Casa dolce casa?

A Boston non è bastato un fantastico Pierce per battere i Lakers in gara 5

I festeggiamenti (se ci saranno) sono almeno rinviati a stasera per i tifosi dei Boston Celtics: bisogna fare attenzione a non dare mai un risultato per scontato fino a quando non è suonata la sirena finale, e i Lakers, come dimostrato nell'ultima gara, non hanno nessuna intenzione di mollare prima del previsto. Ora i Celtics tornano a Boston, ed avranno due possibilità , nel loro impianto e con i loro tifosi, di portare a casa questo titolo, a partire da questa notte.

Ancora una volta erano riusciti a ricucire uno svantaggio importante (diciannove punti nel secondo quarto), ma poi, questa volta, non sono riusciti a portare a termine la loro rimonta. Ora sarà  importante dimenticare l'ultima gara e cercare di mantenere nelle mani l'inerzia della serie che, prima di gara 5, sembrava essere completamente nelle mani dei verdi di Boston, che però si ritrovano in una situazione non semplice.

Il risultato di gara 5 non può essere soddisfacente, se non altro per il risultato finale, un 103-98 ottenuto nonostante la prova da trentotto punti di Pierce. In generale non sono andati via da LA completamente soddisfatti, come sostiene coach Rivers: "Volevamo altre due vittorie, pensavamo di poterle ottenere, abbiamo avuto la possibilità  di vincerle, ne'abbiamo portata a casa solo una e va bene, ma non possiamo essere completamente soddisfatti. Siamo tutti abbattuti per non avere completato il recupero in gara 5, perché sapevamo di potercela fare. Ma abbiamo lavorato tutto l'anno per avere il fattore campo, ed ora torniamo a casa per vincere".

A Boston l'atmosfera è elettrica ed in molti hanno la sensazione che la vera grande occasione i Celtics se la giochino proprio stasera: in caso dovessero perdere, si ritroverebbero a giocare una gara 7 a dir poco complicata, con tutta la pressione sulle loro spalle, senza possibilità  di fare errori e contro dei Lakers che, a quel punto, avrebbero tutto da guadagnare.

Di certo sarà  importante che Kevin Garnett torni ad essere Kevin Garnett, dopo una partita nella quale per la prima volta ha un po' sofferto difensivamente Gasol (come dimostrano i problemi di falli), e nella quale ha faticato in attacco, essendo poco aggressivo e stranamente poco preciso ai liberi (1/4, con due errori molto pesanti). Come il solito,il primo a fare mea culpa è proprio il numero cinque: "Ho fatto veramente schifo. Sono arrabbiato, so che posso dare molto di più difensivamente, ma non sono mai entrato in ritmo. Anche se abbiamo tanti giocatori forti, so che devo essere al meglio se vogliamo essere una squadra dominante"

Anche Ray Allen sarà  della partita, nonostante non sia tornato a Boston con la squadra, essendo dovuto rimanere a Los Angeles a causa di alcuni problemi salute di uno dei due figli. Rivers comunque, dopo aver parlato con il giocatore, ha fatto rientrare l'allarme ed ostentava sicurezza sul suo ritorno in tempo per la gara.

Sarà  invece importante recuperare Rajon Rondo, che soffre ancora per l'infortunio alla cavillai ed anche in gara 5 non è in pratica mai entrato in partita, giocando solo quattordici minuti nei quali ha collezionato 3 punti (con 1/7 dal campo), 3 assist e due rimbalzi. Rondo non vuole scuse né per la stanchezza né per la caviglia, e Rivers spiega così i suoi problemi: "E' vero,non sta giocando bene, i Lakers sono bravi, Kobe lo marca sin dall'inizio e si stacca, quindi la palla finisce nelle mani di Rondi, quello che cerchiamo di fare è di renderlo più aggressivo".

Le indicazioni che sono arrivate da questa prima metà  di serie sono importanti: i Celtics e la loro difesa sono riusciti a mettere qualche granello di sabbia nell'ingranaggio dell'attacco dei Lakers, ma comunque Boston continua a subire tropo, soprattutto negli inizia di gara. Non possono pensare di andare avanti così, di andare sotto di quasi venti punti e poi sperare sempre in epiche rimonte; anche perché a volte riescono a recuperare e a volte no, come si è visto in gara 4 e 5.

L'aggressività  sarà  importante, come sfruttare al meglio l'energia che verrà  dal pubblico, in attesa di questo momento da ventidue anni: in primo luogo l 'aggressività  difensiva, ed il lavoro su Kobe Bryant, che in questa serie è stato tenuto sotto controllo come poche altre volte nella sua carriera. Bisognerà  anche tener in conto l'arma dei quattro piccoli che molto male ha fatto ai Lakers nel quarto periodo di gara 5 e che potrebbero essere di nuovo utili nel caso in cui continuino le difficoltà  di Rondo e ci sia la necessità  di cambiare il ritmo della gara, obbligando anche i Lakers a cambiare il loro atteggiamento.

Mancano poche ore alla palla a due,fra poco sapremo se avremo una gara 7 (che piacerebbe non poco alla NBA e a David Stern) o se invece i Celtics potranno festeggiare il primo titolo dopo ventidue anni di astinenza forzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Informativa cookie

Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso.

Cosa sono i cookies?

Un cookie è un piccolo file di testo che i siti salvano sul tuo computer o dispositivo mobile mentre li visiti. Grazie ai cookies il sito ricorda le tue azioni e preferenze (per es. login, lingua, dimensioni dei caratteri e altre impostazioni di visualizzazione) in modo che tu non debba reinserirle quando torni sul sito o navighi da una pagina all'altra.

Come utilizziamo i cookies?

In alcune pagine utilizziamo i cookies per ricordare:

  • le preferenze di visualizzazione, per es. le impostazioni del contrasto o le dimensioni dei caratteri
  • se hai già risposto a un sondaggio pop-up sull'utilità dei contenuti trovati, per evitare di riproportelo
  • se hai autorizzato l'uso dei cookies sul sito.

Inoltre, alcuni video inseriti nelle nostre pagine utilizzano un cookie per elaborare statistiche, in modo anonimo, su come sei arrivato sulla pagina e quali video hai visto. Non è necessario abilitare i cookies perché il sito funzioni, ma farlo migliora la navigazione. è possibile cancellare o bloccare i cookies, però in questo caso alcune funzioni del sito potrebbero non funzionare correttamente. Le informazioni riguardanti i cookies non sono utilizzate per identificare gli utenti e i dati di navigazione restano sempre sotto il nostro controllo. Questi cookies servono esclusivamente per i fini qui descritti.

Che tipo di cookie utilizziamo?

Cookie tecnici: Sono cookie necessari al corretto funzionamento del sito. Come quelli che gestiscono l'autenticazione dell'utente sul forum.

Cookie analitici: Servono a collezionare informazioni sull'uso del sito. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull'attività dell'utenza. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da siti di terze parti.

Quali sono i Cookie di analisi di servizi di terze parti?

Widget Video Youtube (Google Inc.)
Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all'interno delle proprie pagine. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Privacy policy

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)
Il pulsante "Mi Piace" e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Privacy policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)
Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Privacy policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)
Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc. Privacy policy

Come controllare i cookies?

Puoi controllare e/o verificare i cookies come vuoi - per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookies già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l'installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

Chiudi