Le difese vincono ancora.

No, non è lo sweep da evitare. Ma per Ron Artest il 26 % dal campo in due partite.

I Detroit Pistons vincono gara 3. La notizia ? Hanno superato gli 80 punti, Dio gli benedica. Oh, i primi due possessi della serata si sono spenti entro i 24 secondi, gli stessi che campeggiano nel background del nuovo video delle Finali dei Black Eyed Peas. Ma questo ce lo potevamo aspettare ormai"

L'eroe della partita è stato Rasheed Wallace. Ragazzi, raramente ho visto un giocatore così energico, così voglioso di riscatto. E adesso arrivano finalmente anche i primi 20 punti. La stampa americana ci scherza su : ma chi è più pazzo tra lui e Ron Artest ?

Sheed è fatto così, si agita, lotta, urla. Ron è newyorchese, nel sangue. E cioè fa finta che tutto va bene, in silenzio, ma quella faccia si è vede che è forzata. E' troppa ad esplodere da un momento all'altro. Ma avete trovato voi una squadra più newyorchese che questi Indiana Pacers ?

Lasciate stare la finta zoppia di un sempre più (vero) inutile Jamaal Tinsley. Avete visto la faccia di Kenny Anderson in panchina ? Altro ragazzo di NYC, altro finta calma, altra rabbia pronta ad esplodere alla prima occasione utile. Per questo e altro ancora non riteniamo che i Pacers siano già  fuori da questa serie.

VERY VERY CLASSIC

Forse ESPN Classic è un po' scaduta di recente. Per chi non lo sapesse, è questo un canale della TV ESPN (la migliore come copertura sportiva in USA) che trasmette documentari storici ma anche partite integrali del passato. Di un passato anche recente : fate il tiro di Fisher con 4 decimi che ha mandato i Lakers contro i Wolves e (come on !) alle Finals per esempio.

Ma cosa ci fa gara 2 tra Indy e Detroit ? E' la prima partita di basket che su quel canale colleziona meno di 140 punti totali tra le due squadre. Il problema principale è noto : Carlisle e Brown vogliono innanzitutto che le loro squadre difendino. Lo fanno bene. Poi : manca Kobe, manca KG, manca il singolo cui dare la palla.

Barkley sta con un maggioritario "that was just crappy offense", dove per crappy ci si deve riferire a quella che i bambini si fanno nei pannolini. Alla minoranza piace il gioco di squadra, l'intensità  difensiva, il duello generazionale tutto tecnica e fondamentali tra Reggie Miller e Rip Hamilton.

Bene, qui bisogna cambiare qualcosa, ovvio, ma lo facciamo proprio per il bene del gioco. Anche se giocassero tutti con la benda sugli occhi il basket è il gioco più bello. Ma appunto, cerchiamo di renderlo più bello possibile. We can work it out, dicevamo i Beatles.

RIP IN GRECIA ?

Ma Larry Brown davvero si sta disperando per cercare di portare in Grecia il quarantenne Reggie Miller ? Bah".E il suo Rip Hamilton ? Il coach ci sta pensando su più seriamente adesso, visto che Ray Allen, TMC, Vince Carter e Kobe hanno altri impegni per l'estate.

Già , Kobe. Solo una parola sul doppio court game, giudiziario e cestistico : fantastico. Questo è il basket che vogliamo. Torniamo verso Levante, dove certo a molti gli occhi a mandorla sono venuti per il sonno. Il re dell' "in-between game" sta segnando 22 punti a gara in questa serie. Merita la convocazione, se mai ve ne fosse ancora motivo per dubitarne.

LA 5000 DI INDIANAPOLIS

Ok, Dave, abbiamo capito. Il tuo team correrà  da favorito alla prossima 500 nella tua città  natale. Letterman però non si ferma ai motori. "Vinceremo contro i Lakers. Anzi, per due partite non si presenteranno per la paura". Tutto fa ridere, certo"Oddio, avete letto la TOP 10 del Late Show presentata da 10 campioni NBA del passato. Vai Barkley : "that was just crappy". Take a look :

Top Ten Signs Your Team Is Not Going To Win The NBA Finals
10. “Owner won't pay for team to travel to away games” (Oscar Robertson)
9. “Coach used time-out to go get Spike Lee's autograph” (Robert Parish)
8. “Your teammate spends whole game guarding the ref” (Rick Barry)
7. “Power forward has been out two months with the hiccups” (George Gervin)
6. “During the season, you lost to the Lakers and the Laker Girls” (Willis Reed)
5. “Your team logo is a guy asleep in a hammock” (Walt Frazier)
4. “Much of the 24 seconds is spent on uncontrollable sobbing” (Clyde “The Glide” Drexler)
3. “No one can dunk without using a stepladder” (Bill Walton)
2. “Your best player is named Shaquille Wasserstein” (Kareem Abdul-Jabbar)
1. “Many nights you have more groin pulls than points” (Bill Russell)

Se almeno due numeri vi hanno fatto ridere chiamatemi. Come dite ? Giusto ! E' proprio perchè non fanno ridere che mi viene da ridere. La comicità  tutta americana è principalmente questa.

Comunque, Reggie Miller, simbolo dell'Indiana più di Dave Letterman, si è arrabbiato, e non perché la TOP 10 non era il massimo. Tant'è : punt in cielo dopo la sirena e conseguenti 5000 dollari di multa. Con complimenti del punter dei Colts e scusa di averlo fatto per dare il pallone al figlioletto. Ecco, questa sì che è una battuta degna del Late Show !

Gara 4 stasera ancora a Detroit. Se vincono i Pistons vanno sul 3-1. Situazione complicata per un attacco che fatica a superarare il 32% dal campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *