Rumorz dal pianeta Nba

La telenovela Wallace continua…

Ok ok, se dovessi seguire la moda in questa rubrica dovrei occuparmi solo di" prossimi coach che saranno licenziati" un argomento che sinceramente mi far star male, visti gli effetti destabilizzanti degli ultimi "benserviti" (come non citare il secondo tempo dell'ultima fra Celtics e Knicks, con original soundtrack composta interamente dai boo del pubblico ed azzeccatissimi, a mio parere, cartelli con scritto "Trade Danny (Ainge)" ?).

Occupiamoci allora dei soliti, sorpassati, rumors riguardanti i giocatori, che è meglio!

Come non cominciare dal solito Wallace? Le voci sono sempre le stesse, e ve le risparmio, ma la vera novità  potrebbe essere la sempre più forte convinzione che i Blazers alla fine potrebbero decidere di tenerselo, per poi fare un bel sign and trade durante l'estate.

L'agente di Rasheed, comunque, si è fatto scappare che Wallace ha occhi solo per i Knicks (leggi Marbury, New york), per i quali sembra esser disposto a giocare addirittura per la MLE (solo 12 milioni in meno del suo attuale salario), i Cavaliers (leggi LeBron James), i Rockets (leggi Yao) ed i Nets (leggi Jasone).

L'unico rumor degno di menzione, non perché abbia più senso degli altri ma solo perché è una novità  della settimana, è quello che coinvolgerebbe i Golden State Warriors, pronti, sembra, a mandare a Portland Erick Dampier e Nick Van Exel (ma come? Ma a Portland non volevano tutti bravi cittadini?).

In questo modo a Golden State potrebbero quest'estate trovarsi, essendo il contratto di Rasheed in scadenza, ben 20 milioni sotto il cap, un'idea molto allettante per il management (Kobe futuro Warrior?) " unico problema? Dire addio a quello che fino ad adesso è stato forse uno dei primi 3 centri dell'intera Nba, Dampier, anche se non sono in pochi a temere che si tratti semplicemente di una stagione al di sopra delle righe, alla quale potrebbe seguire un brusco ritorno alla mediocrità .

Non è fra questi il front office di Portland, che sembra aver confermato, almeno fino a questo momento, che si tratta della migliore offerta che abbiano ricevuto (che l'abbiano detto per far alzare la posta ad Isaiah? Probabile).

Nel frattempo a Dallas sono ancora alla ricerca di un centro, ma, se i nomi che più si sentono sono quelli di Ilgauskas o Ratliff, Don Nelson ha specificato di non volere nessuno abbia bisogno di più di 20 minuti a partita: uno come Scott Williams per esempio, veterano appena rilasciato dai Suns e subito ripescato dai Mavs, che si era in precedenza detto convinto di poter benissimo giocare altri due annetti, ed era speranzoso di poterlo fare per una contendente (aveva infatti menzionato proprio Dallas, oltre ai Lakers).

Ma se i Mavericks sono veramente alla ricerca di uomini d'area, fa sorgere qualche perplessità  la voce che vedrebbe Jamison, Najera, e Fortson a breve in maglia Bucks, che in cambio dovrebbero dar via Tim Thomas, Kukoc e Pryzbilla. È chiaro che un quintetto con Nash, Finley, Thomas, Walker e Nowitzki sarebbe ancora più devastante di quello che già  hanno, ma poi che non si vengano a lamentare dei problemi in difesa ed al rimbalzo!

Chi di problemi in difesa non ne ha di sicuro è Eric Snow, ma ciò sembra non bastare più ai Sixers di questa stagione.
A Philadelphia, dove l'esperimento Robinson stenta, e dove l'immenso Iverson ha problemi fisici di ogni genere, tali da averlo già  costretto a saltare un mesetto di regular season, e che non sembrano certo esser finiti (problemi che costringerebbero al ricovero immediato un qualsiasi altro essere umano), si cercano disperatamente giocatori in grado di mette a referto punti e buon gioco.

Il principale indiziato sembrerebbe essere Brent Barry (questo almeno fino all'infortunio che lo costringerà  a star fuori dalle 4 alle 6 settimane), per ottenere il quale non è stato escluso neanche l'estremo sacrificio, ovvero disfarsi proprio di Eric Snow, forse colui che più incarnava lo spirito dei Sixers degli ultimi anni, e per il quale si tratterebbe tra l'altro di un ritorno ai suoi Sonics, alla ricerca di un buon difensore.

Altre possibili destinazioni di Barry potrebbero essere Knicks, Hawks, Magic e Warriors, dove sembra che il suo vecchio amico Mullin, assistant del Gm dei Warriors, stia facendo di tutto per ottenerlo.

Nel frattempo a Chicago, dove non sanno più a che santo votarsi, soprattutto dopo le recenti ed aspre critiche di Pippen ad i suoi compagni, sembrano ormai aver definitivamente messo il cartello "Vendesi" sulla porta dello spogliatoio.

Sì perché oltre ai soliti Fizer, dato per partente verso i Clippers in cambio di Jaric ed Ely, e Crawford, che si è detto interessatissimo a Denver, il Gm Paxson sembra aver ormai dichiarato ufficialmente "spendibili" anche i due ex-bambini "prodigio", Chandler e Curry.

Particolarmente interessati sembrano essere i Nuggets, alla ricerca di uomini d'area (ecco perché è più probabile che un eventuale scambio con Chicago coinvolga uno come Curry, e non Crawford, che comunque sarà  free agent quest'estate).

Altri lunghi oggetto delle mire di Kiki vanno da Abdur-Rahim a Melvin Ely " il che mi fa pensare che non abbiano proprio le idee chiarissime"

E per finire, un'ultima possibile trade, che ho notato in quanto coinvolgente i due giocatori a mio modestissimo parere più sopravvalutati dell'intera lega, Olowokandi e Juwan Howard (senza offesa per i rispettivi fan dei due), che secondo molti potrebbero presto scambiarsi le maglie.

Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *