Cosmos: le maglie ci sono, la squadra no

La nuova maglia dei New York Cosmos disegnata dalla Umbro

Nonostante i New York Cosmos siano ancora un qualcosa in mezzo tra un ricordo di un meraviglioso passato e un progetto reale di squadra per il futuro, per il momento le maglie i nuovi Cosmos ce le hanno già .

Infatti, la Umbro – società  di proprietà  della Nikeha annunciato di aver trovato un accordo con la società  che ha rilevato il marchio dei Cosmos alcuni mesi fa e il cui presidente onorario è Pelé.

L'annuncio è arrivato in occasione del 33° anniversario dell'ultimo match giocato da Pelé, che vide in campo i Cosmos contro il Santos, le due squadre della sua vita.

Pelé che nell'occasione ha rilasciato una lunga (22 pagine) intervista al mensile britannico FourFourTwo. "Quando iniziammo a vincere una sacco di grossi nomi arrivarono allo stadio: stelle del cinema, dello sport, cantanti, politici, artisti".Vennero Robert Redford, Muhammad Ali e Mick Jagger. E poi Andy Warhol, Elton John, e a anche Henry Kissinger. Ad ogni partita erano lì. Era fantastico".

Nell'ottica della rinascita dello storico club – che al momento si è concretizzata, oltre che nell'acquisto del marchio dal suo detentore, Peppe Pinton (ex agente di Giorgio Chinaglia e ultimo manager del club nel 1985), nell'investimento in due delle migliori Academies giovanili d'America – la Umbro ha realizzato una serie di bellissime maglie sul modello di quelle di 33 anni fa: bianca, collo gialloverde stilizzato e bordini verdi, con logo "New York Cosmos" a sinistra.

Trevor Cairns, Chief Marketing Officer della Umbro International ha commentato così: "La Umbro fu partner dei New York Cosmos negli anni '70, quando erano sicuramente il club più "cool" del mondo. E' quindi una grande opportunità  essere di nuovo coinvolti col con essi nel progetto di mettere insieme un gruppo di grandi giocatori degni di vestire la maglia dei Cosmos. E dalla reazione che abbiamo visto in coloro che hanno potuto vedere le nuove maglie, siamo certi diverranno un classico di oggi".

Rilanciati nell'agosto 2010, la nuova dirigenza dei Cosmos punta al grande calcio, e quindi alla MLS, ripartendo però dai giovani. E per questo hanno (ri)lanciato una Cosmos Academy East (a New York) e una Cosmos Academy West (a Los Angeles) con a capo l'ex attaccante dei NY MetroStars e non solo Giovanni Savarese e Teddy Chronopoulos. Entrambe le academies partecipano al sistema della U.S. Soccer Development Academy.

Paul Kemsley, immobiliarista e Chairman inglese dei New York Cosmos ha dichiarato: "Siamo molto contenti del nostro accordo con la Umbro e per ciò che rappresenta in termini di eredità  e di futuro. I New York Cosmos saranno più di semplice club, ma un movimento per la crescita del calcio nel mondo".

Tante belle parole quindi, ma al momento niente più, e del resto su questo – in mancanza di atti e fatti miranti ad un reale ritorno al calcio pro – ci siamo già  espressi. Infatti i Cosmos al momento rimangono solo un marchio. E il progetto di entrare un giorno nella MLS sembra sempre più un miraggio, visto anche che l'aver scelto la Umbro (e quindi la Nike) significa andare direttamente contro l'Adidas, sponsor tecnico unico della MLS.

E ricordiamo le parole dette da Don Garber, Commissioner della MLS, in occasione della presentazione dei nuovi Cosmos: "[Il gruppo che ha acquistato il marchio Cosmos] ha un piano per rilanciarlo. per farlo hanno bisogno di una squadra. Altrimenti rimarrà  solo un lifestyle brand su cui cercheranno di fare soldi nel mondo del calcio [e l'accordo con la Umbro serve proprio a questo, Ndr]. Certamente so che ad un certo punto questo gruppo tenterà  di puntare ad una franchigia MLS, ma siamo assai lontani dal finalizzare alcunché a New York … Non sarà  il brand rendere il secondo club di NY un club di successo. Saranno invece una proprietà  adeguata e lo stadio. Solo a quel punto avrà  senso pensare al brand. Se a quel punto i Cosmos avranno un ruolo, ne parleremo- con loro". Più chiari di così…

PS: Le maglie però sono bellissime, e saranno disponibili dal mese di dicembre su www.soccer.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *