Player of the Week: Omar Cummings

Omar Cummings, 28 anni, attaccante dei Colorado Rapids e della Nazionale giamaicana

È l'attaccante dei Colorado Rapids Omar Cummings il Major League Soccer Player of the Week, premio assegnato settimanalmente dalla NASR (North American Soccer Reporters Association). Nella votazione Cummings ha battuto il neoacquisto dei San Jose Earthquakes, il brasiliano ex Barcellona Geovanni, e il veterano portiere di FC Dallas Kevin Hartman, grazie ad una doppietta e ad un assist per il compagno Conor Casey nella vittoria di sabato sui Chivas USA.

Doppietta arrivata anche grazie al cambio degli scarpini a fine primo tempo, dopo che per 45' il giamaicano aveva fatto ben poco. Ma col ritorno ai vecchi scarpini gialli la prestazione di Cummings ha rivoluzionato il match. Per Cummings sono sino ad ora ben 8 i gol messi a segno. Per i Rapids è il primo MLS player of the week da quando lo stesso fu assegnato a Conor Casey nel 2009. Prossimo appuntamento in campionato per i Colorado Rapids, in piena corsa playoff, sabato 11 settembre a New York contro i Red Bulls.

A completare infine la settimana super dell'attaccante dei Rapids, il gol messo a segno nell'amichevole (persa per 2-1) contro il Perù in quel del Lockhart stadium di Ft. Lauderdale (Florida), con un gran tiro su assist di Eric Vernan (ala reduce da un periodo in Norvegia in prestito al Nybergsund). Cummings ha invece saltato la precedente amichevole contro il Costarica, non potendo lasciare gli USA perché in attesa della green card, che gli consentirà  di non essere più considerato straniero tra i ranghi dei Rapids. Nazionale con cui ha esordito nel luglio 2008 contro El Salvador, impressionando molto positivamente l'allora CT brasiliano René Simàµes, che ne ha apprezzato velocità  e lavoro senza palla. Una curiosità : coi Reggae Boyz militano spesso anche tre suoi cugini: Rafe Wolfe e Wolry Wolfe (il primo con un'esperienza allo Sheffield United e poi entrambi passati dagli ungheresi del Ferencvà¡ros) e Kemeel Wolfe (gioca nell'Harbour View, nella National Premier League giamaicana). È strano però come pur essedno uno dei milgiori dei gialli giamaicani, Cummings però non sia molto conosciuto nel suo paese, e la ragione è che non ha mai giocato nel suo paese negli ultimi 7 anni, anche a seguito delle questioni burocratiche relative all'ottenimento della green card.

Get Microsoft Silverlight

Nato il 13 July 1982 a Bodles Crescent, cresciuto a Old Harbour, si è format presso la for Johnathan Grant High School con cui ha giocato nella Manning Cup sotto l'ala del suo mentore Bradley Stewart, il miglior tecnico giamaicano. Sempre con Stewart ha esordito nella National Premier League con la maglia del Rivoli. Grazie ad una borsa di studio per lo sport si trasferisce in America prima alla Cincinnati State e poi alla University of Cincinnati, dove si laurea in "criminal justice" e chiude col college soccer mettendo a segno 13 gol e 16 assist in 38 partite nei due anni coi Bearcats. Di lì il salto nella MLS è breve, e nel 2007 MLS SuperDraft viene scelto al terzo giro dai Colorado Rapids, 31° scelta assoluta.

Il suo rendimento in MLS è andato in crescendo. Da rookie, nel 2007, gioca 11 match, vincendo però la MLS Reserve League (che la lega vuol rilanciare) coi Rapids contribuendo con 2 gol e 2 assist. L'anno successivo le partite diventano 26, con 6 gol e 4 assist. È però nel 2009 che esplode mettendosi in mostra quale uno degli attaccanti più pericolosi della MLS, segnando 8 gol in 28 partite e piazzando ben 12 assist.

Nel 2010 Cummings sta confermando quanto fatto vedere l'anno precedente, e a 28 anni è romai nel pieno della maturità  e un punto fisso dei Rapids e della Nazionale giamaicana. A metà  stagione il coach Gary Smith ha deciso di cambiargli ruolo modificando lo schema di gioco della squadra in 4-2-3-1, e ciò per consentire alla squadra di sfruttare meglio le caratteristiche del centrocampista Mehdi Ballouchy. Di conseguenza Cummings tende ora a giocare più arretrato rispetto a Casey e quindi più lontano dalla porta, anche se ciò gli consente di avere più spazio e di poter sfruttare al meglio la sua notevole velocità , anche se ciò non ha certo voluto dire più gol. Nel frattempo però le sue prestazioni attirato le attenzione dei messicani del Necaxa, e cui offerte sono state però respinte dalla MLS e dai Rapids. Ma è probabile che l'anno prossimo, l'ultimo del suo contratto, qualcosa possa succedere al riguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *