Super Xavi abbatte gli USA

Xavi super Onyewu e va a insaccare il gol vittoria della Spagna

Reduce dalla brutta figura rimediata la scorsa settimana a Wembley contro l'Inghilterra, la Nazionale USA si presenta a Santander con ben altro spirito e approccio, in preparazione al match di domenica prossima contro l'Argentina, l'ultimo prima delle qualificazioni mondiali che prenderanno il via il prossimo 15 giugno a Carson (CA) contro Barbados, con ritorno la settimana successiva.

Di fronte, una delle favorite dei prossimi campionati Europei, la Spagna del CT Luis Aragones, che ha lasciato l'idolo madrileno Raul a casa, che con questo match si congeda. E lo fa vincendo l'ultima amichevole prima dell'esordio per l'Europeo contro la Russia. Ma è un match dai due volti, con gli iberici lenti e approssimativi nel primo tempo, molto più vivaci ed anche sfortunati nella ripresa con due legni colpiti. Il gol partita è una prodezza di Xavi al 74'.

Tempo non buono a Santander, con pioggia battente che non aiuta certo il gioco delle furie rosse fatto di tocchi di prima. Dall'altra parte il CT americano Bob Bradley mette in campo una formazione meno contratta, con un centrocampo che vede Clint Dempsey (Fulham) a destra, Eddie Lewis (Derby County) a sinistra, Maurice Edu (Toronto FC) e Michael Bradley (Heerenveen) a reggere il centrocampo, con Freddy Adu (Benfica) libero di spaziare con fantasia dietro all'unica punta Eddie Johnson (Fulham), assai più mobile della scorsa settimana. E proprio la mossa Adu sembra la migliore da parte di Bradley, col folletto originario del Ghana capace ogni tanti di accendere la luce della manovra USA con tocchi illuminanti per Johnson, che però ancora una volta dimostra i suoi limiti in fase di conclusione.

USA abbastanza ariosi, ma anche attenti e guardinghi, con la Spagna che per tutto il primo tempo non riesce mai ad andare al tiro sbattendo contro il muro eretto da Gooch Onyewu (Standard Liegi) e Carlos Bocanegra (Fulham) in difesa. La prima frazione si chiude quindi senza acuti, con la Spagna che esce tra i fischi.

La ripresa si apre subito con la girandola di sostituzioni: dentro Brad Guzan (Chivas USA) al posto di Tim Howard (Everton), esce Steve Cherundolo (Hannover '96) per Frankie Heyduk (Columbus Crew) che mette dentro la sua grinta, e forse l'unico errore di Bradley, che toglie Adu per DaMarcus Beasley (Rangers Glasgow), ancora non certo in forma dopo il lungo stop dovuto all'infortunio subito in autunno in Champions' League.


Il bellissimo gol di Xavi

Passano pochi minuti della ripresa e arriva la migliore occasione del match per gli USA. Michael Bradley s'invola sulla sulla sinistra e dal fondo manda un gran cross in mezzo. Eddie Johnson va quasi solo di testa a colpo sicuro ma, incredibilmente, manda al lato.

La reazione della Spagna non tarda ad arrivare, ed al 15' è la traversa a negare a Xavi il gol su calcio di punizione dal limite con Guzan battuto. Passano pochi minuti ed è ancora il palo, stavolta da parte del brasiliano naturalizzato Marcos Senna, che centra il montante da pochi passi con il piatto destro.

Il gol arriva al 29': fa tutto Xavi, si porta in avanti il pallone con il tacco, entra in area tra tre difensori americani, col solo Heyduk a provare a fermarlo, e batte il portiere Brad Guzan. Stadio in piedi. Ma è l'ultima emozione di una gara in cui la Spagna ha cercato principalmente di trovare i meccanismi giusti voluti dal CT Luis Aragones, e dove gli USA hanno cercato di rimediare alla figuraccia della settimana scorsa contro l'Inghilterra.

Nonostante la vittoria la Spagna non ha certamente messo sotto gli USA, capaci di una prova di buon livello, e che dimostrano ancora una volta di aver bisogno di più di una partita di livello per "carburare". Cosa questa che ha sempre creato loro problemi nelle grandi competizioni. Ottima nel prima tempo la prestazione di Freddy Adu, che se continuerà  nella sua crescita e se magari nella prossima stagione riuscirà  a trovare più spazio nel Benfica, potrà  essere un enorme valore aggiunto per gli USA. Sempre che nel frattempo cresca un grande attaccante capace di fare gol a grappoli, cosa che lo stesso Jozy Altidore, seppur giovanissimo, non appare in grado di diventare, essendo più uomo di manovra. Con Adu bene anche Bocanegra, Howard, Eddie Lewis, che nonostante l'età  a sinistra è ancora il migliore nell'attesa del ritorno di Beasley alla forma migliore, e Bradley nel primo tempo. Pessimo invece, come al solito, Eddie Johnson, come anche Dempsey, assolutamente sotto le attese in questi due match. In calo Bradley, un po' stanco, nel secondo tempo. Incomprensibile ancora una volta l'ingresso in campo di Josh Wolff, al quale forse il CT sta cercando di dare una mano nel cercare squadra.

Gli USA escono dal doppio confronto europeo con qualche ammaccatura, e con la comprensione di avere la necessità  di una maggiore continuità  nei confronti di alto livello. Ultima occasione per riprendersi arriva domenica al Giants' Stadium (già  60.000 biglietti venduti). Ma stavolta di fronte gli americani si troveranno un cliente che più difficile quasi non si può: l'Argentina di Alfio Basile, che per l'occasione ha chiamato tutti i migliori. In bocca al lupo.

La photogallery di Spagna vs. USA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Informativa cookie

Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso.

Cosa sono i cookies?

Un cookie è un piccolo file di testo che i siti salvano sul tuo computer o dispositivo mobile mentre li visiti. Grazie ai cookies il sito ricorda le tue azioni e preferenze (per es. login, lingua, dimensioni dei caratteri e altre impostazioni di visualizzazione) in modo che tu non debba reinserirle quando torni sul sito o navighi da una pagina all'altra.

Come utilizziamo i cookies?

In alcune pagine utilizziamo i cookies per ricordare:

  • le preferenze di visualizzazione, per es. le impostazioni del contrasto o le dimensioni dei caratteri
  • se hai già risposto a un sondaggio pop-up sull'utilità dei contenuti trovati, per evitare di riproportelo
  • se hai autorizzato l'uso dei cookies sul sito.

Inoltre, alcuni video inseriti nelle nostre pagine utilizzano un cookie per elaborare statistiche, in modo anonimo, su come sei arrivato sulla pagina e quali video hai visto. Non è necessario abilitare i cookies perché il sito funzioni, ma farlo migliora la navigazione. è possibile cancellare o bloccare i cookies, però in questo caso alcune funzioni del sito potrebbero non funzionare correttamente. Le informazioni riguardanti i cookies non sono utilizzate per identificare gli utenti e i dati di navigazione restano sempre sotto il nostro controllo. Questi cookies servono esclusivamente per i fini qui descritti.

Che tipo di cookie utilizziamo?

Cookie tecnici: Sono cookie necessari al corretto funzionamento del sito. Come quelli che gestiscono l'autenticazione dell'utente sul forum.

Cookie analitici: Servono a collezionare informazioni sull'uso del sito. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull'attività dell'utenza. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da siti di terze parti.

Quali sono i Cookie di analisi di servizi di terze parti?

Widget Video Youtube (Google Inc.)
Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all'interno delle proprie pagine. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Privacy policy

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)
Il pulsante "Mi Piace" e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Privacy policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)
Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Privacy policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)
Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc. Privacy policy

Come controllare i cookies?

Puoi controllare e/o verificare i cookies come vuoi - per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookies già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l'installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

Chiudi