Chicago in vantaggio 3 a 2

Durante gara 4 a Philadelphia, i Chicago Blackhawks avevano provato a giocare in attacco, cercando il gioco screening davanti alla porta difesa da Leighton. Ogniqualvolta Byfuglien, il centro degli Hawks, cercava la posizione, il veterano di mille battaglie, Pronger, lo spingeva via con le buone ma sopratutto con le cattive.

Dustin Byfuglien, detto “Buff”, ha subito per tutta la partita senza farsi cogliere in penalita’, ma dentro di se’ covava vendetta, tremenda vendetta.

Dopo sei minuti del secondo periodo con gli Hawks in vantaggio di due goals, Big Buff ha caricato Pronger (lo fara’ per ben tre volte nella serata), che era posizionato nell’angolo vicino alla balaustra, facendogli sbattere la testa contro il plexiglass e lasciandolo stordito sul ghiaccio.

Il difensore Campbell ha dichiarato alla fine della partita che “ molti tifosi guardano ai goal e alle azioni offensive, ma noi giocatori cerchiamo di guardare le piccole cose e Buff, stasera, ne ha fatte molte”.

Recap

Tifosi eccitati all’United Center per gara 5, in virtu’ del bel terzo periodo giocato al Wachovia Center di Philadelphia in gara 4, ove gli Hawks, per poco, non pareggiavano una partita che li vedeva soccombere 4 a 1.

In uno sky box faceva la sua comparsa, Mister Air Jordan, il mitico N^ 23 dei Chicago Bulls, con indosso la maglia da gara del capitano Toews.

Face-off tra Toews e Briere e gara 5 ha inizio.

Molto nervosismo tra le due squadre con 7 hits prima di arrivare alla prima penalita’( contro Philadelphia) ma che non viene sfruttata dagli Hawks (non una novita’: 1 su 9 nelle quattro gare di questa serie).

Toews e Sharp saggiano le qualita’ difensive odierne di Leighton con due wristshot ben parati dal numero 49.

A meta’ tempo Hartnell sia fa’ cogliere in penalita’ per stecca alta e Chicago apre le marcature.

Versteeg, da dietro la porta, fa’ arrivare il disco sulla stecca di Seabrook. Nonostante Pronger sia a difesa della porta di Leighton, il difensore di Chicago, fa’ partire un tiro molto preciso che si insacca tra palo e portiere.

Gli Hawks non smettono di giocare all’attacco e Bolland raddoppia per Chicago.
Il difensore Sopel tira dalla blu, Leighton respinge ma Bolland ribadisce in rete. 2 a 0 Hawks.
In piena crisi, i Flyers non riescono a guadagnare il terzo offensivo e alla fine, i rossi di casa, trovano il terzo goal.

Dal terzo difensivo, Seabrook serve il disco a Versteeg che taglia in diagonale la difesa Flyers e lascia partire un diagonale vincente. 3 a 0 Hawks

Alla sirena i Flyers si rifugiano negli spogliatoi, per cercare di riordinare le idee.

Al rientro, sul ghiaccio, Boucher al posto del frastornato Leighton.
Il riposo fa’ bene ai Flyers perche’ trovano subito il goal.

Passaggio di Briere a Leino che impegna Niemi sull’angolo basso.Il disco scivola lungo la linea di porta e il capellone Hartnell segna. 3 a 1

A Philadelphia , i tifosi dei Flyers respirano aria di rimonta ma Kane non e’ d’accordo.
Ladd recupera il disco in zona neutra e tira due volte contro Boucher. Sulla seconda respinta si avventa falco-Kane che segna. 4 a 1 Hawks e notte fonda Flyers.

Un minuto e gli arancioni di Philadelphia accorciano di nuovo le distanze.
Gran traffico davanti alla porta di Niemi; il disco viene sparato fuori dallo slot ma proprio sulla stecca di Kimmo Timonen che piazza un preciso tiro che trafigge il connazionale Niemi.

I Flyers producono il loro massimo sforzo offensivo, tirando quattro volte contro Niemi, ricevendo altrettante parate.

Power play per Chicago e Big Buff a referto.
Giro dei quattro angoli del disco che trova Byfuglien solo davanti a Boucher.
Disco tra le gambe e 5 a 2 Hawks.

Fine di secondo periodo con Powe e Pronger che caricano il gia’ acciaccato Ladd.

Terzo periodo sulla falsa riga del secondo.

Krajicek, riceve il disco da Timonen e tira verso Niemi. Il portiere finlandese respinge ma J. van Riemsdyk ribadisce in rete.Per il rookie di Middletown e’ il terzo goals nei playoffs.

I Flyers ottengono una situazione di power play ma non riescono a sfruttarla, anzi, rischiano di subire il goal con Toews.

Goal che arriva per Chicago, dopo una bella azione in contropiede.
3 contro 2 con Kane che passa il disco a Sharp che segna mandando il disco nell’angolo in alto.

Il festival del goal non e’ ancora finito.Questa volta tocca ai Flyers rendere meno amaro il risultato.
Leino (quanti rimpianti a Detroit) si porta a spasso la difesa dei Blackhawks e serve Gagne che non ha difficolta’ a segnare. 6 a 4 Hawks.

Porta vuota per i Flyers,per avere l’uomo in piu’, e Big Buff Byfuglien ne approfitta subito. 7 a 4 Hawks. Per il centro di Chicago 2 goals e 2 assist e 3 cariche su Pronger!

La sirena finale vede l’attore Vince Vaughn, tifoso degli Hawks, saltellare dalla gioia.

La serie si trasferisce a Philadelphia, per gara 6 con Chicago consapevole di avere il match point sulla stecca. Gara 6 mercoledi’ notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *