AL East Report #8

Jose Bautista, leader in MLB per HR realizzati

Mentre continua la lotta al vertice dell'AL East fra Yankees e Rays, con i primi che prendono in questa fase un leggero vantaggio sui secondi, si delinea un importante verdetto, quello dell'eliminazione dei Red Sox, tenuti in vita ormai solo dalla matematica.

Da segnalare anche come la squadra fanalino di coda, i Baltimore Orioles, abbiano deciso di togliersi qualche soddisfazione andando a mettere i bastoni tra le ruote alle compagne di division ancora in corsa, complicando loro le cose. In particolare in una recente serie allo Yankee Stadium sono andati a 2 outs dall'infliggere alla squadra di New York uno storico sweep.

New York Yankees (87-54)

Gli Yankees dunque sono in questa fase in leggero vantaggio sui Rays, ma la solidità  mostrata per gran parte della stagione pare ora essere messa in discussione proprio nel momento in cui si dovrebbero affilare le armi per il rush finale; dopo lo sweep di 4 gare ai danni degli Oakland Athletics, infatti i Bronx Bombers hanno affrontato due serie casalinghe contro i Blue Jays ed una, come detto contro gli Orioles, con un bilancio complessivo di 3 W e 3 L, laddove sarebbe stato possibile allungare il passo in classifica.

In particolare si sono registrate un paio di false partenze di C.C. Sabathia, mentre continuano a preoccupare A.J. Burnett e Javier Vazquez, le cui performances non danno le garanzie che si vorrebbero avere in vista della post-season, ed ora gli Yankees si trovano in un momento molto delicato con una rotazione meno solida del previsto. Le cose potrebbero cambiare in meglio con il ritorno di Andy Pettitte, che potrebbe essere ormai prossimo.

Tampa Bay Rays (85-55)

Anche la marcia dei Rays comunque sembra essere rallentata in questo periodo, in cui si fanno i conti con la stanchezza di un'intera stagione ed il roster delle squadre di MLB viene allargato a 15 nuovi giocatori delle minors. Durante le ultime de settimane i Rays hanno comunque incassato una serie persa ai danni degli Orioles ed una ai danni dei Red Sox.

In generale si ha la sensazione che alcuni giocatori chiave, siano agli sgoccioli in termini di energie, in particolare James Shields e Jeff Niemann, che hanno rappresentato due punti fermi della rotazione per gran parte della stagione, tanto è vero che i Rays si collocano in questi ultimi 15 giorni all'ultimo posto dell'AL in termini di ERA di squadra, ma sono tenuti in piedi da un attacco molto produttivo, . 876 di OPS nello stesso periodo, quindi una sorta di inversione di tendenza rispetto a quanto registrato nel corso dell'anno.

Ora per la squadra di Tampa si avvicinano 2 serie delle prossime 4 contro gli Yankees, serie che decideranno inevitabilmente l'esito della division

Boston Red Sox (78-63)

I Red Sox dunque hanno perso definitivamente il treno per i Playoffs, e la cosa brucia particolarmente ai tifosi se si considera che le due davanti hanno rallentato e con un buon finale di stagione si poteva arrivare a giocarsela fino in fondo.

In particolare il Front Office ha deciso che era finita ed ha ceduto Manny Delcarmen, un rilievo che nonostante occasionali blackouts era stato una pedina fondamentale nel già  debole bullpen dei Red Sox.

La squadra ha subito uno sweep dai Chicago White Sox, sweep assolutamente inatteso ed inopportuno, che già  aveva ridotto al lumicino le speranze di Playoffs, e così si è arrivati ad una serie decisiva contro Tampa Bay, in cui era necessario uno sweep per continuare a crederci, ma un po' per quanto detto prima, ma soprattutto per le pesantissime assenze nel lineup dovute agli infortuni, il miracolo non si è realizzato.

Ora si guarda avanti e si fanno debuttare i giovani grazie al roster da 40 uomini. In particolare si è visto Lars Anderson, uno dei prospetti più appetitosi che potrebbe rappresentare il futuro della squadra in prima base.

Toronto Blue Jays (72-69)

Vanno a corrente alternata i Blue Jays di questo scorcio di stagione, che infilano alternativamente serie di sconfitte e serie di vittorie legate al rendimento altalenante dei partenti. Male Marc Rzepczynski, che non sta mantenendo le promesse dello scorso anno, forse il bullpen è il suo futuro. Bene invece Ricky Romero e Brandon Morrow, che sono nel futuro della rotazione dei Jays, mentre si è rivisto Shawn Hill, proveniente da Las Vegas.

Siamo comunque in tempo di bilanci, ed alla fine di questa stagione un applauso va comunque fatto al giocatore che più di chiunque altro ha tenuto la squadra a galla per lungo tempo grazie alla sua straordinaria produttività  offensiva, Jose Bautista, che si avvia a vincere la speciale classifica degli HR, superando tutti gli altri ben più blasonati sluggers. Ad oggi Jose è arrivato a 46, anche grazie ai 2 realizzati nell'ultima gara contro i Rays.

Ultima nota per Cito Gaston, che esita ad utilizzare giocatori attesi dalle minors, primo fra tutti J.P. Arencibia usato esclusivamente come DH in una recente gara, ma non dietro al piatto come tutti i fans lo vorrebbero vedere.

Baltimore Orioles (54-87)

Come detto gli Orioles si sono tolti diverse soddisfazioni soprattutto contro le proprie compagne di division, Hanno infatti vinto 2 delle ultime 3 serie contro Red Sox, Rays, e Yankees, in quest'ultimo caso sfiorando lo swep se non ci avesse pensato Nick Swisher a chiudere i conti con un walk-off HR al nono inning.

Comunque la squadra da quando si è insediato il nuovo manager Buck Showalter sembra un'altra, e sta mantenendo un record di .666, da assoluto primato. La cosa è alquanto singolare se si considera che non hanno cambiato praticamente nulla, cosa che potrebbe lasciare spazio all'idea che il compito del manager non consiste solo nel decidere il lineup e i cambi sul monte, ma compie il lavoro anche nello spogliatoio; oppure semplicemente che c'era bisogno di aria nuova.

La stagione non è ancora finita, c'è tanta AL East nel calendario degli Orioles, cosa che potrebbe davvero incidere sulla classifica finale.

Coming up next

NYY @ TEX
TB @ TOR
BOS @ OAK
TOR vs TB
BAL @ DET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *