I numeri del Super Bowl

I Seahawks con Hasselbeck hanno un Qb che non lancia tantissimo, ma lo fa in maniera molto accurata

Stiamo arrivando alla domenica più attesa dagli appassionati della palla lunga un piede, come dice un nostro amico, in cui si decide, in 60 intensi minuti, il destino di una stagione lunga un anno, ma che per molti rappresenterà  l'unica, o l'ultima come nel caso di Bettis, possibilità  di stringere tra le mani il Vince Lombardi Trophy.

Per prepararci al meglio a questa sfida, comprati popcorn, patatine e birra, diamo uno sguardo a come si sono comportate dal punto di vista statistico, in regular season e nei play off, le due principesse che si sono guadagnate l'ambito invito al grande ballo di Detroit.

Seattle è stata la squadra con il secondo miglior attacco del campionato, con 369.7 yards guadagnate di media a partita, stata seconda solo ai Chiefs, ha guadagnato una media di 5.8 yards ad ogni snap e conquistato 22.6 primi down ad incontro (solo i Colts hanno fatto un decimo meglio).

L'attacco di Pittsburgh è stato, come tradizione, ed anche a causa di qualche problema fisico di troppo, specie ad inizio campionato, meno spumeggiante. Le yards guadagnate di media sono state 321.8, che ne fanno il 16-simo attacco della lega, la media di guadagno a snap è invece di 5.4 yards e i primi down conquistati sono stati in media 18.6 (solo 17-simi).

La percentuale di terzi down convertiti non è stata entusiasmante né per l'una che per l'altra squadra, infatti i Seahawks hannoavuto il 39.6% e gli Steelers il 35.4%, rispettivamente 13-sima e 23-sima in classifica. La franchigia che rappresenterà  l'NFC è stata, invece, praticamente letale nei tentativi di conversione sui quarti downs: 7 su 8! 5 su 12 è la non eccelsa statistica dei campioni AFC.

A livello di penalità  si scontreranno due tra le più corrette, o è forse meglio dire più disciplinate squadre dell'NFL: 94 per Seattle e 99 per Pittsburgh. Mentre per quanto riguarda il tempo di possesso, gli uomini di Cowher sono gli ottavi della lega con una media di 31 minuti e 16 secondi, mentre quelli di Holmgren sono i 21-simi con una media di 29 minuti e 17 secondi.

A livello di attacco aereo non si affronteranno certo due potenze della specialità , infatti se la squadra della rain city si difende con una media di 216.1 yards (13-simo attacco aereo della lega), la squadra della città  sui tre fiumi è solo al 24-simo posto con 182.9 yards a partita.

Hasselbeck però riesce a sfruttare benissimo i suoi lanci, e difatti i Seahawks hanno segnato 25 TD su passaggio (quinto posto), al cospetto di soli 10 intercetti, e forse meglio, nelle proporzioni, riesce a fare Pittsburgh che ne ha segnati 21, con però 14 intercetti subiti. Molto buona la protezione che la OL di Seattle è riuscita ad offrire al suo QB, che ha subito solo 27 sack, poco peggio, 32, ha fatto quella degli Steelers.

Gli Steelers, come da tradizione, sono la squadra che corre di più (34.3 portate per match, 32.4 per i loro rivali), ma i Seahawks corrono meglio: 2457 yards in totale ed una media a portata di 4.7 contro le 2223 yards degli acciaieri che hanno una media a portata di 4.

Seattle, grazie al contributo dell'MVP, ha avuto una media di 153.6 yards per game con 29 TD, 142 firts down conquistati e 17 corse con almeno 20 yards di guadagno, per i RB di Pittsburgh, i numeri messi assieme dicono 138.9 yards a partita con 21 TD, 120 primi down e 11 corse da più di 20 yards.

I Seahawks hanno guadagnato, su ricezione, una media di 227 yards, 11.8 a completo, con 25 Td e 192 primi down, 44 ricezioni da più di 20 yards e 8 da oltre 40; per gli Steelers una media partita di 194 yards, 13.6 a ricezione, con 21 TD e 144, 44 ricezioni da almeno 20 e 14 da almeno 40 yards.

A livello di punti segnati Seattle risulta essere la squadra migliore di tutta la lega nella stagione regolare con 28.2 punti ad incontro, grazie a 57 TD (29 su corsa, 25 su ricezione, 2 da intercetto ed uno da fumble recuperato), 56 PAT e 18 field goals, mentre per i Pittsburgh la media è stata di 24.3 punti, per mezzo di 45 TD (21 su corsa, 21 su ricezione, 2 su punt return e 1 su fumble recuperato), 45 PAT, 24 field goals e una safety.

A livello di difesa s'incontreranno due ottimi reparti, uno che è tra i migliori di tutta la lega e uno che non sfigura affatto, ed i numeri ne danno una piena testimonianza, difatti Pittsburgh è la quarta assoluta per yards concesse, 284 a partita, con 4.6 per snap e una media di 17.2 primi downs concessi, Seattle ne concede 316.8 a partita, 4.9 a snap e 18.4 primi downs.

I vincitori della NFC concedono il 38% di terzi downs ed il 63.2% sui quarti, mentre quelli dell'AFC hanno rispettivamente il 39.7% ed il 35.3%. Meno bene a livello di penalità : 120 per 1031 yards quelle chiamate contro i gialloneri, 123 per 909 yards quelle contro i bluargento.

Su passaggio, la difesa di Cowher ha concesso 198 yards, con il 57.4% di converzione, 15 TD subiti, 15 intercetti fatti e 45 sacks messi a segno, la difesa di Holmgren concede 222.4 yards con il 58%, 18 TD, 16 intercetti e 50 sacks.

Contro le corse sono state entrambe eccellenti: 86 le yards concesse di media dagli Steelers (3.4 a portata con 10 TD subiti e 75 primi downs concessi) e 94.4 dai Seahawks (3.6 a portata con soli 5 TD subiti e 78 primi downs concessi).

Meno bene vanno contro le ricezioni: 217.5 (11 di media con 15 TD e 179 first downs concessi, 38 guadagni da almeno 20 yards e 8 da almeno 40) per Pittsburgh, 241.3 (1.7 di media con 18 TD e 194 firt down concessi, 46 ricezione da almeno 20 yards e 6 da almeno 40) per Seattle, quint'ultima di tutta l'NFL.

A livello di punti concessi tornano entrambe nelle parti nobili della classifica, infatti Pittsburgh ha concesso 16.1 punti di media con 27 TD (10 su corsa, 15 su ricezione, 1 su intercetto ed uno su FG bloccato), 24 PAT e 24 FG, mentre Seattle ha fatto registrare 16.9 punti di media con 24 TD (5 su corsa, 18 su ricezione e uno si kick return), 21 PAT e 34 FG.

Per la categoria turnovers, Seattle fa registrare un bel +10, mentre Pittsburgh non sfigura con il suo +7, per quanto riguarda i field goals calciati, gli Steelers registrano un buon 82.8% (infallibili fino alle 39, 6 su 0 fino alle 49, 0 su 2 oltre e due FG bloccati) mentre a Seattle si devono preoccupare del 72% (anche se il 5 su 8 da oltre le 50 garantisce una buona assicurazione) considerando che spesso sono propri i kickers a decidere l'incontro più atteso della stagione.

Tutto questo in stagione regolare, ma da un mese siamo in quel periodo particolare che, come ben sanno i tifosi di Indianapolis, sfugge ad ogni logica e ragionamento, ed anche guardando i freddi numeri non si possono non notare alcuni cambiamenti (pur con un numero molto limitato di partite).

Difatti, se le 363.5 yards dei Seahawks non fanno che confermano la bontà  del loro reparto offensivo, le 333 fatte segnare dagli Steelers stridono un poco con la loro storica filosofia di football. Ottime, poi, le percentuali di conversioni sui terzi (53.7%) e sui quarti downs (2 su 2), superiori anche a quelle dei loro rivali che hanno il 46.9% sui terzi mentre non hanno convertito l'unico tentativo di guadagnare un quarto down.

Non crederete ai vostri occhi quando leggerete poi che gli Steelers hanno guadagnato su passaggio 217.7 di quelle yards (con il 66.2%, 7 TD ed un solo intercetto ma 5 sacks subiti), mentre i Seahawks si fermano a 209 yards (con il 66.7%, con 3 TD, nessun intercetto e 2 sacks).

Nonostante abbiano giocato una partita senza praticamente mai in campo l'MVP Alexander, Seattle è la squadra che nei PO ha corso più volte, 42 a partita, e meglio, 154.5 yards con 3 TD e 19 primi downs, mentre Pittsburgh ha fatto segnare 36.3 portate, 115.3 yards a game con 4 TD e 24 primi downs.

Su ricezione gli Steelers hanno guadagnato una media-partita di 226.7 yards, 13.9 a completo, con 7 TD e 31 primi downs, 8 guadagni da oltre 20 e 3 da oltre 40 yards, mentre per i Seattle abbiamo 217 yards a partita, 12.1 a ricezione, 3 TD e 19 primi downs, 6 guadagni da oltre 20 yards e nessuno da oltre 40.

Pittsburgh ha segnato 28.7 punti di media, grazie a 11 TD, tutti dell'attacco e poi trasformati, e 3 field goals, Seattle risponde con 27 punti, grazie a 6 TD e 4 FG, anche per lei solo l'attacco a segno. Per quanto riguarda i turnovers, i campioni AFC registrano un + 4 grazie a 6 palle recuperate e solo 2 perse, mentre per quelli NFC i numeri danno un +2, con rispettivamente 5 e 3.

Passando alle statistiche difensive, i Seahawks hanno concesso 250.5 yards a partita, con 11 first down, il 21.4% sui terzi downs e un 2 su 4 sui quarti, notevoli le 12 penalità  in sole due gare, per gli Steelers abbiamo 313.3 yards concesse, con 16.7 primi downs il 42.5% sui terzi downs e 3 su 6 sui quarti, ben 20 le penalità  chiamate contro.

Sui passaggi Seattle ha concesso il 50.7% di completi per 207 yards a partita e 2 TD, con 3 intercetti fatti e 4 sacks, mentre Pittsburgh si presenta con il 59.6% concesso per 233.7 yards e 3 TD, con 4 intercetti e ben 12 sacks.

Contro le corse Seattle ha giganteggiato concedendo la miseria di 47.5 yards (2.6 a portata) con nessun TD subito e soli 5 primi downs concessi, numeri che fanno sembrano mediocre anche l'ottima prestazione di Pittsburgh cha ha concesso 79.7 yards a partita (4.3) con 3 TD e 13 first downs.

Su ricezione Seattle ha concesso 219 yards (11.8 a completo) che hanno portato a 2 TD, 14 FD, 6 ricezioni da più di 20 yards e 3 da più di 40, Pittsburgh 258.7 yards (11.9) per 3 TD, 32 FD, 14 ricezioni da oltre 20 yards e 2 da oltre 40.

Infine Seattle ha concesso solo 12 punti di media, 3 TD (2 su ricezione e uno su PR) e 1 FG, mentre Pittsburgh 17.3 punti, per mezzo di 6 TD (3 su ricezione e 3 su corsa), 3 FG e una conversione da 2 punti.

Dopo avervi inondato con tutti questi numeri che dirvi? Che probabilmente non serviranno a molto perché il Superbowl è e rimarrà  sempre una partita a parte, in cui può succedere tutto ed il contrario di tutto. Mettevi comodi"è l'ora dello spettacolo più emozionante al mondo! E' l'ora del Superbowl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *