Ma… se… a saperlo !

Alcune decisioni di coach John Fox hanno suscitato polemiche…

Con i ma e con i se non si e' mai fatta la storia, solo i fatti l'hanno scritta e costruita. Questo si e' sempre saputo, ma e' indiscutibile ed opinabile discutere sulle decisioni prese in ogni situazione in qualsiasi occasione.

Dopo questo Superbowl, sono state numerose le critiche verso il coach dei Panthers, Fox, e quei famosi 3 punti buttati al vento… Già  3 punti che hanno permesso ai Patriots di bissare il titolo vinto nel 2002.

12:39 sul cronometro del 4° quarto, ed i Panthers hanno appena segnato il TD del 21-16 con una bellissima corsa di 33 yards di Deshaun Foster . Fox decide per la conversione da 2 punti, per portarsi ad un Field Goal di distanza dai Patriots. Come tutti sappiamo il tentativo e' fallito con un passaggio sotterrato in direzione di Muhammad, lasciando i Panthers a 5 punti dai Patriots. Successivamente i Panthers si sono portati in vantaggio 22-21 con un incredibile TD dall 85 yards di Muhammad.

Anche in questa occasione Fox ha deciso per la conversione da 2 punti per aumentare il vantaggio di 3 punti. Anche questa conversione e' fallita con un brutto passaggio per Dyson…

I fatti seguenti li conosciamo tutti, i Patriots hanno segnato successiovamente il TD del 27-22 e con la conversione da 2 punti, obbligata, trasformata si sono portati sul 29-22 .

Quello che si contesta a Fox e' il perche' decidere per una conversione da 2 punti quando la percentuale di conversione di tutta l'NFL e' pressoche' del 44 %, in un momento in cui la partita e' apertissima ed in cui mancano ancora 12:39 al termine della partita. Ed in piu' sapendo che in regular season, i Panthers hanno sbagliato tutte e 3 le trasformazioni da 2 pt tentate.

Anche nel modo in cui sono state tentate queste conversioni ha destato critica, dando la sensazione di aver tentato schemi da TD piuttosto che veri propri schemi di facile trasformazione e comunque ad alta percentuale. Forse era anche piu' opprtuno provare una corsa di Foster, 2 yards almeno in una occasione le avrebbe fatte.

Con questo, facendo le dovute considerazioni, se Carolina fosse andata all'extra-point si sarebbe portata sul 17-21, e successivamente sul 24-21 ( ipotizzando in entrambi i TD l' ExP). Naturalmente al successivo TD , i Patriots sarebbero andati anche loro all'ExP, e non rischiando la trasformazione inutile da 2 pt, cosi' da avere il risultato finale sul 32 pari (con in aggiunta il TD finale di Carolina) .

Altra recriminazione nei confronti di Fox e' stata la gestione del cronometro nel finale di partita , in cui ha chiamato un timeout a 01:43… Questa decisione e' sembrata del tutto sbagliata.Con 100 secondi a disposizione, tre timeout e 14 yard ancora da fare era proprio necessario fermare l'orologio in quel momento?

In 3 giochi e 30 secondi di tempo, i Panthers hanno pareggiato la partita con un TD di Proehl, lasciando 1:13 sul cronometro.
Dopo Kasey ha agevolato Brady, facendo partire l'attacco dei Patriots sulle 40 yards, ma comunque già  nel 2002 ,Brady aveva orchestrato un ultimo drive magistrale con poco meno di 2 minuti portando Vinatieri in raggio da field goal…

Se avesse lasciato correre il tempo, che cmq si e' fermato al gioco successivo per un passaggio incompleto per Muhammad, avrebbe impegnato maggiormente Brady nel drive successivo. Certo che i timeout servono anche per chiarire meglio le idee e scegliere gli schemi, ma in quella occasione (passaggio completato per 31 yards di Proehl ) non e' sembrato per questo motivo.

Diciamo che l'operato di Fox e' stato impeccabile in queste stagioni ai Panthers: ha portato una squadra con un record di 1-15 2 anni or sono al Superbowl, e questo gli va dato merito, anche se con scelte diverse, in situazioni diverse, avrebbe potuto cambiare il destino dei suoi Panthers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *