PAC 10: Preview 2010

USC Trojans

RECRUITING
Nell'era Carroll i tifosi di USC sono stati abituati a recruiting di eccellente livello, ogni anno fior di campioni fanno a gara per arrivare a Los Angeles considerata per decenni la squadra più ambita della nazione.

Ma tutte le belle storie hanno una fine, e a causa dello scandalo Bush quella dei Trojans ha davvero avuto un finale impensabile fino a qualche anno fa: due anni di postseason ban, la perdita di 30 scholarship per le prossime tre stagioni, con queste limitazioni era scontato che qualcuno abbandonasse la barca mentre sta affondando: il TOP recruit Seantrel Henderson ne ha subito approfittato accasandosi in quel di Miami.

Con queste premesse addio Carroll (destinazione NFL, sponda Seattle) benvenuto all'ex Tennessee Lane Kiffin. Pur non molto amato in California, gli vanno riconosciute indubbie qualità  come reclutatore, questo fiuto ha sortito subito gli effetti sperati: per iniziare i WR Kyle Prater, Robert Woods e Markeith Ambles secondo molti scout costituiscono il miglior trio della nazione, i TE Xavier Grimble, Christian Thomas e Randall Telfer sono quanto di meglio gli USA possano offrire, i RB Dillon Baxter e DJ Morgan già  durante l'estate hanno suscitato ottime impressioni tanto da essere paragonati dallo stesso Kiffin a illustri e titolati predecessori.

Se l'attacco ha avuto i pezzi migliori, anche la difesa non è stata messa da parte, il DE George Uko potrebbe essere l'erede designato di Griffen, l'eccellente CB Demetrius Wright è stato tra i protagonisti del Nike Camp di Los Angeles della scorsa primavera, tanto che da subito potrebbe essere schierato come titolare, la secondaria di USC è l'unico reparto totalmente rinnovato di tutta la difesa di USC, e necessità  quindi di tempo per trovare un nuovo assetto.

ATTACCO
Con l'arrivo di Kiffin e un nuovo staff ha in mente di utilizzare un attacco più bilanciato, Matt Barkley (60%, 2735 yds, 15 TD, 14 INT) ha condotto l'attacco dei Trojans meglio di quanto ci si aspettasse, il carattere, il braccio potente e la sua capacità  di imparare dagli errori lo rendono uno dei QB con più alto potenziale di tutta la NCAA, come riserva resta Mitch Mustain, l'ex Arkansas, che potrebbe giocare titolare ovunque, è un lusso che solo USC può permettersi di tenere in panchina.

Il reparto dei WR ha perso qualche pezzo importante (Williams e le sue 1.000 yards, il TE McCoy), con la partenza di Williams, Ronald Johnson sarà  il bersaglio numero 1 di Barkley, atleta velocissimo con buon mani spesso penalizzato dagli infortuni, ha solo bisogno di continuità  per dimostrare le sue qualità , allo stesso Johnson si aggiungono 2 ottimi freshmen, il big target Kyle Prater (6'5) e Robert Woods, entrambi sono giocatori inesperti ma troppo forti per tenerli a lungo a bordo campo.

Con le partenze con destinazione NFL di Joe McKnight e Staffon Johnson, si aprono finalmente le porte per il seniorAllen Bradford (692 yds, 8 TD, AVG 5.8), usato saltuariamente negli ultimi due anni ha dimostrato di essere il classico power back: potente e intimidatore, è atteso ad una stagione da vero protagonista, lo stesso Bradford dovrà  dividere le corse con Mark Tyler, tra gli elementi più importanti del recruiting 2008.

Tutto l'attacco comunque ruota attorno ad una delle OL più forti della PAC 10, che seppure penalizzata dagli infortuni per tutta la stagione, è condotta dal Kristofer O'Dowd considerato il miglior centro di tutta la lega, nonostante la partenza di elementi importanti come Jeff Byers e Charles Brown, il reparto potrà  contare su quotati giocatori come la G Butch Lewis e il T Tyron Smith.

DIFESA
Sono ormai lontani o tempi in cui la difesa dei Trojans incuteva il terrore nella mente degli avversari ancor prima che la partita iniziasse, per questo il nuovo coach Kiffin ha subito assunto il padre Monte come DC, colui che ha condotto la difesa di Tampa Bay per oltre 13 anni dimostrando di essere un autentico guru della famosa e ipercopiata Tampa 2.

Al DL coach Ed Orgeron l'arduo compito di rivitalizzare una linea difensiva che, seppur decimata dagli infortuni, ha palesato una discontinuità  preoccupante. Lo stesso reparto ha comunque un'ottima rotazione, i DT Jurrell Casey (59 tkl, 4,5 sacks) e DaJohn Harris devono solo riuscire a star lontani dagli infortuni, i DE Nick Perry, Wes Horton e Armond Armstead posso avere un ruolo fondamentale, pesante la perdita de NT titolare Christian Tupou, per lui stagione finita a causa di un grave infortuni al ginocchio.

Il reparto LB ha anch'esso deluso, incapace di fermare le corse con una media di 128 yards concesse (ancora da digerire le pesanti sconfitte contro Stanford e Oregon), Chris Galippo nonostante buone partite, è ampiamente considerato sopravvalutato da molto addetti ai lavori, Michael Morgan sul lato forte e Malcolm Smith sul lato debole formano un'accoppiata che molte squadre della PAC 10 invidiano, ma se la soluzione Galippo dovesse fallire, il sostituto ideale sarebbe Devon Kennard, intenso e reattivo, potrebbe presto scalzare lo stesso Galippo dal ruolo di titolare.

La secondaria è la grande incognita per USC, tutti giocatori nuovi e con poca esperienza in una Conference tra le più competitive della NCAA, Shareece Wright è l'elemento migliore di tutto il reparto, solo infortuni e problemi accademici ne hanno limitato la crescita negli ultimi due anni, TJ Bryant è il CB più esperto del reparto ma dovrà  lottare durante l'estate da Torin Harris, giocatore in gran forma e dotato di tecnica sopraffina.

Dopo la partenza di Mays TJ McDonald sarà  il S titolare, veloce e agile come un CB, cattivo come un LB, sarà  il giocatore con maggiore responsabilità  di tutta la secondaria che sarà  la vera incognita per la prossima stagione.

PREDICATION: 8-4

Oregon Ducks

RECRUITING
Coach Kelly e il suo staff hanno compiuto un ottimo lavoro riuscendo nell'intento di portare a Eugene giocatori in grado di garantire ai Ducks un futuro ricco di soddisfazioni, e chi meglio del RB [Lache Seastrunk è in grado di garantire tale futuro.

Considerato dagli addetti ai lavori come il running back più veloce della nazione, ha deciso di accasarsi ad Oregon solo all'ultimo momento dopo un serrato corteggiamento di mezza NCAA che gli prometteva mare e monti, ma Kelly all'occorrenza sa essere molto convincente.

Il TE Curtis White, il RB Dontae Williams e il WR Keanon Lowe sono quanto di meglio Kelly potesse aspettarsi dal recruiting, White (6'5, 240 lbs) in particolare è il classico bersaglio da endzone grazie alla sua stazza. In difesa, già  di per se molto buona, potrà  contare in futuro su ottimi elementi, il DE Ricky Heimuli ha già  strabiliato durante il camp estivo, il DB Dior Mathis se saprà  confermare le aspettative, potrebbe entrare nella rotazione della secondaria molto presto.

ATTACCO
Se l'attacco dei Ducks è stato spesso devastante lo si deve alla presenza di un QB come Jeremiah Masoli giocatore ideale per gli schemi di coach Kelly, agile come un gatto, veloce coma una gazzella, ha fatto impazzire tutte le difese avversari tranne quella di Ohio State nel Rose Bowl, ma Masoli, messo fuori squadra per aver infranto le regole del team, ha lasciato Eugene in Luglio per trascorrere l'ultimo anno a Mississippi.

Per la maglia di QB titolare lotteranno Nate Costa e Darron Thomas: Costa, nonostante due gravi infortuni al ginocchio nelle ultime due stagioni, è il giocatore ideale per lo spread offense di Oregon, agile e veloce, buon braccio e un' eccellente work etic, lo rendono in prima fila per il posto da titolare se riuscirà  a stare lontano dagli infortuni, Thomas è altrettanto agile e ha dalla sua maggiore stazza fisica, ma difetta di accuracy e continuità , tutti elementi di cui Kelly dovrà  tener conto per l'inizio del campionato.

La OL è una delle migliori di tutta la PAC per profondità  ed esperienza, concedendo solo 13 sacks ha anche permesso a La Michael James (1608 yds, 14 TD, AVG 6,7) di terminare la stagione come il secondo miglior RB della PAC 10 (dietro all'inarrivabile Toby Gerhart), un missile in campo aperto, ottimo anche in recezione fuori dal backfield, è la classica arma da big plays di cui Oregon non può fare a meno, importante anche la presenza del RB Kenjon Barner, ideale complemento per James specie nei terzi down e negli special team come ritornatore.

Il reparto dei WR è quello dal quale Kelly si aspetta i maggiori progressi, Jeff Maehl (696 yds, 6 TD) era in bersaglio preferito di Masoli, lo sarà  anche per il futuro QB (Costa o Thomas che sia), al TE Brandon Williams l'arduo compito di sostituire Ed Dickson come bersaglio nella redzone.

DIFESA
Oregon è sempre stata sinonimo di difesa, quella con la D maiuscola che specie in casa nell'assordante Autzen Stadium, impedisce all'attacco avversario di prendere ritmo. Il DC Nick Aliotti ne è l'artefice da 12 anni, grazie ai suoi insegnamenti molti ex giocatori di Oregon hanno avuto successo nella NFL (per ultimi Jairus Byrd e Patrick Chung), la linea di difesa ruota attorno al senior Kenny Rowe , autore di 11,5 sacks ha il fisico di un LB e la velocità  necessaria per giocare DE con grande efficacia, il DT Brandon Blair è un gigante di quasi due metri, è nonostante la forza fisica devastante ha totalizzato solo 2 sack, da lui Aliotti e tutto lo staff si aspettano molto di più.

La difesa dei Ducks si schiera spesso con la 4-2-5 contro squadre che amano lanciare e con la 4-3-4 con chi ama correre, in entrambi i casi il reparto LB non delude, Spencer Paisinger e Casey Matthews sono efficienti sia sulle corse (162 tackles) che in copertura (13 PBU), sul lato forte l'ex JUCO Bryson Littlejohn dovrà  guardarsi dall'agguerrita concorrenza di Josh Kaddu, infortunato lo scorso anno, è dato in gran forma nel training estivo.

Se gran parte della difesa mette sotto costante pressione l'attacco avversario, sta alla secondaria cercare il big plays, il CB Talmadge Jackson ne è il classico, esempio mettendo a segno ben 4 intercetti, Eddie Pleasant è il jolly difensivo, all'occorrenza si schiera in linea con i LB (54 tkl, 4,5 sacks) oppure come DB aggiunto, il S Josh Boyett, autore di 90 placcaggi e 3 intercetti, è il vero playmaker, con lui in campo Oregon ha concesso 208 yards di media sui passaggi, le migliori statistiche dal 2006 (173).

PREDICATION: 9-3

Arizona Wildcats

RECRUITING
Se l'attacco di Arizona non aveva necessità  di essere ritoccato, la difesa viceversa aveva bisogno di un deciso upgrade, ed è in questa direzione che coach Stoops e il suo staff si sono diretti. Il DB Marquis Flowers è il fiore all'occhiello dell'intero recruiting, fisico da linebacker e velocità  da RB, lo rendono in giocatore davvero speciale, il DE/DT Willy Mobley (da Ohio State) e l'JUCO LB Derek Earls sono atleti su cui Stoops conta molto, Earls in particolare potrebbe essere schierato titolare già  dalla prima partita in virtù della sua esperienza maturata in junior college.

In attacco l'unico giocatore di rilievo è il WR Dexter Ransom, che a causa di un infortunio al ginocchi subito nella finale nazionale del suo junior college, avrà  bisogno di tempo per recuperare pienamente la forma fisica migliore.

ATTACCO
Arizona non ha mai prodotto un QB da NFL sin dal suo arrivo nella PAC 10 nel 1978, negli ultimi anni in particolare l'attacco ha trascorso un buon periodo con Willie Tuitama in cabina di regia, il giocatore di origini hawaiane ha chiuso la sua carriera come leader assoluto per yards lanciate lasciando una traccia indelebile nella memoria dei tifosi.

Già  dallo scorso anno Stoops ha puntato molto su Nick Foles, il talentuoso QB trasferitosi da Michigan State dove non trovava spazio, ha subito dato la sua impronta all'attacco dei Wildcats, lanciando per 2486 yards con 19 TD statistiche condite anche da 9 intercetti, Foles ha dimostrato di avere un cannone al posto del braccio, ma durante l'estate dovrà  lavorare duramente sull'accuracy e sull'intesa con i ricevitori, Juron Criner e David Douglas sono i bersagli ideali per il braccione di Foles.

Il gioco di corse nella storia di Arizona non ha avuto molto successo al tal punto che lo scorso anno Nick Grigsby è diventato il primo RB con almeno 1.000 yard corse dal 2001, Grigsby è il tipico power runner che lo rendono difficile da placcare ma il suo stile di corsa lo rendono suscettibile di continui infortuni, ad affiancarlo c'è Keola Antolin, velocissimo RB che nonostante gli infortuni che lo perseguitano da due anni è stato spesso decisivo quando in forma correndo per oltre 600 yards ma con solo 4 TD segnati.

La OL è tra le più esperte della Conference con ben 4 seniors tra i titolari con l'arduo compito di proteggere il QB dalle arrembanti difese della PAC 10 e di consentire all' accoppiata Grigsby-Antolin di incidere maggiormente specie nella redzone, starà  al nuovo OC Seth Littrell rivitalizzare l'intero attacco e rendere il running game efficace e produttivo partita dopo partita.

DIFESA
Se l'attacco è stato discontinuo la difesa invece ha mostrato continui miglioramenti del corso degli anni passando dai 26 punti di media subiti a poco meno di 24, sulle corse in particolare la difesa dei Wildcats è stata superlativa lasciando solo le briciole agli avversari: con 120 yards di media a partita Arizona ha terminato la stagione al terzo posto nella PAC 10.

Innegabile il merito del DC Mark Stoops (partito con destinazione Florida State dove ricoprirà  lo stesso ruolo) di aver reso la l'intera difesa così efficace, Rick Elmore e Brooks Reed sono ottimi DE, agilità , velocità  e tecnica sopraffina li rendono ideali per gli schemi difensivi del nuovo DC Greg Brown.

Il reparto LB è quello si cui lo staff ha rivolto maggiori attenzioni durante i primi allenamenti estivi, tutti i titolari dello scorso anno si sono tutti laureati, Derek Earls sarà  il nuovo "Mike" titolare in virtù dell'esperienza acquisita in junior college, sul lato debole Paul Vassallo è sicuro del posto da titolare dopo una stagione costellata da infortuni.

La secondaria ha concesso mediamente 202 yards a partita le migliori statistiche dell'ultimo decennio, il merito va suddiviso tra il CB Trevin Wade e il S Robert Golden: Wade con 5 passaggi intercettati e finito secondo nella Conference (preceduto solo del "mostro" Rahim Moore di UCLA), non proprio il tipico CB di stazza ma ottimo placcatore (71 tkl), ha talento e velocità  per poter duellare con qualunque ricevitore, Golden è il tipico S che da il meglio quando si avvicina alla linea di scrimmage (41 tkl) che quando è costretto a coprire grandi spazi in profondità , il freshmen Marquis Flower (TOP recruit 2010) avrà  tempo e modo di assaggiare il campo, l'intero staff di Arizona è convinto che possa diventare presto la nuova star di una secondaria che in passato ha prodotto ottimi giocatori.

UCLA Bruins – Washington Huskied

RECRUITING
UCLA, secondo molti addetti ai lavori, ha compiuto una delle migliori campagne di reclutamento dei tutta la NCAA, non c'è un solo reparto che sia rimasto scoperto specialmente la difesa.

In attacco alla corte di coach Nehueisel approdano Jordon James e Malcolm Jones unanimemente considerati il miglior tandem della nazione, grazie al loro apporto l'OC Norm Chow spera di rivitalizzare un running game che negli ultimi 3 anni ha lasciato molto a desiderare.

L'impronunciabile DE Owamagbe Odighizuwa e il DT Cassius Marsh, sono quanto di più utile Nehueisel potesse ottenere, Odighizuwa, grazie alla tecnica sopraffine alle indiscutibili qualità  atletiche, sarà  titolare sin dalla prima giornata, Anthony Barr, scelto come RB, a talmente tanto talento da poter essere schierato indistintamente sia in attacco che in difesa come LB, il DB Dietrich Shirley sarà  utilizzato nella rotazione in attesa che si liberi un posto da titolare.

Washington ha beneficiato enormemente della presenza di uno staff tra i migliori di tutta la PAC 10, Coach Sarkisian e il DC Holt hanno compreso per tempo in quali ruoli gli Huskies erano latenti e in questa direzione si sono rivolti.

Il figlio del grande Joe Montana, Nick, è il grande futuro di Washington, se durante l'estate saprà  mostrare di avere le qualità  necessarie per succedere a Locker, avrà  la maglia da titolare il prossimo anno.

Il Deontae Cooper è un armadio di RB, 6'0 per 220 libbre, con oltre 7.500 yards corse in high school è il giocatore perfetto per il running game degli Huskies, Erik Kholer, uno dei T più quotati della NCAA, ha bisogno di migliorarsi sulle corse ma grazie alla sua agilità  potrà  essere schierato anche sul lato cieco della linea di attacco.

In difesa il CB Sean Paker e il DT Sione Potoae sono un deciso upgrade per il reparto difensivo che concede poco sulle corse, ma che sui passaggi lascia spesso a desiderare

ATTACCO
UCLA nella scorsa stagione è stata una delle poche squadre della NCAA ad avere una percentuale nella redzone al limite del ridicolo, solo nel 35% dei casi in cui l'attacco ha avuto possibilità  di segnare, sono arrivati sette punti, in tutti gli altri casi ci si è affidati al piede sopraffino del K Kai Forbath infallibile all'interno delle 40 yards.

Il QB Kevin Prince è la causa principale di un attacco così anemico, con poco più di 2000 yards lanciate 8 TD e 8 intercetti Prince ha assoluto bisogno di osare di più e sfruttare maggiormente due WR di stazza fisica come Nelson Rosario e Taylor Embree, quest'ultimo ha grandi potenzialità  ma necessità  di ricevere con continuità  palloni in profondità .

Nonostante la OL sia formata da elementi molti esperti come l'ex Colorado Kai Maiava, non è capace di aprire spazi sfruttabili da un RB come Jonhathan Franklin, che sebbene abbia segnato 5 mete in 126 corse, ha gravi di fumbles, Derrick Coleman dovrà  sudarsi il posto di backup e guardarsi le spalle dai frashmen Malcolm Jones e Jordon James.

Washington, dopo l'orrenda stagione 2008, non poteva che migliorare e nelle 5 vittorie messe a segno in tutta la scorsa stagione (indimenticabile quella contro USC) c'è tutta la mano di Steve Sarkisian, coach emergente al quale va dato merito di avere portato entusiasmo in un programma che pareva in caduta libera dopo i fasti degli anni '90.

Tutto ruota intorno al QB Jake Locker entusiasmante atleta in campo aperto come dimostrano le 577 yards guadagnate e le 7 mete realizzate, talento dal braccio potentissimo è inarrestabile quando prende ritmo, era dato per sicuro tre le primi 3 scelte del draft NFL 2010, ma ha inaspettatamente deciso di trascorrere il suo ultimo anno alla corte di Sarkisian, certo che, infortuni a parte, questo non possa che arricchirlo sia come giocatore che come uomo.

Se tutte le statistiche offensive sono nettamente migliorate, lo si deve anche per la presenza di tre WR di ottimo livello come Jermaine Kearse, David Aguillar e James Johnson, ricevendo per oltre 1500 yards condite da ben 16 mete il trio è stato protagonista in tutte le partite chiave della stagione, nelle quali anche il Te Kavario Middleton ha dato il suo onesto contributo.

La linea offensiva nello scorso campionato ha concesso ben 28 sacks, decisamente troppi per tenere Locker lontano dagli infortuni, fondamentale quindi migliorare la pass protection, la stessa linea ha viceversa manifestato un deciso miglioramento nel running game permettendo al RB Chris Polk di correre per oltre 1.000 yards e segnare 5 mete, ma gli Huskies quando posso sono una squadra che ama lanciare, come criticarli quando si ha in campo un giocatore come Locker?

DIFESA
Il reparto difensivo dei Bruins ha perso giocatori importanti ma nel suo complesso è decisamente più forte dello scorso anno nonostante la perdita di un giocatore come Brian Price, la linea di difesa in particolare può contare su uno dei DE più invidiati di tutta la PAC 10, Datone Jones ha mostrato le sue incredibili qualità  mettendo a segno 30 tackles e 4 sacks pur non giocando titolare, il LB Akeem Ayers (70 tkl, 6 sack) se al suo secondo anno, è persona di carattere dentro e fiori dal campo e il vero leader spirituale della squadra, colui che da l'esempio e che trascina e migliora i compagni di squadra.

Nella secondaria il leader è il S Rahim Moore primo nella NCAA con 10 intercetti, è talento puro che potrà  beneficiare di un altro anno trascorso da titolare alla corte di Neuheisel, magari in vista del prossimo draft NFL dove molti scout lo pronosticano sicuro al primo giro.

Gli Huskies hanno decisamente beneficiato dell'esperienza del DC Nick Holt che ha portato la difesa di Washington a concedere solo 26 punti di media a partita, 150 yards sulle corse e 240 yards sui passaggi. Il reparto LB, nonostante la perdita di Donald Butler, può contare su Mason Foster e Cort Dennison molto efficaci contro le corse ma non altrettanto in copertura.

La linea difensiva è il vero tallone d'achille dell'intera difesa, poca pressione si traduce in pochi tackles e pochi sack costringendo il resto della difesa a fare gli straordinari, la secondaria dispone dei giocatori ideali per creare palle perse, la coppia di CB Desmond Truffant e Quinton Richardson è tra le migliori della PC 10, ma con due soli intercetti all'attivo è impensabile che si riesca a vincere le partite con la difesa, il S Nate Williams è un eccellente placcatore (62 tkl), ma questa indole lo porta spesso fuori posizione e a ridosso della linea di scrimmage, dove non può incidere se l'attacco avversario lancia.

PREDICATION: Washington 7-5 ; UCLA 6-6

California Golden Bears – Oregon St. Beavers

RECRUITING
I californiani hanno concluso la stagione con l'inaspettata sconfitta nel Poinsetta Bowl contro Utah, una squadra che certo non ama correre ma che adora lanciare, specie se di fronte ha una squadra come California che in difesa lascia molto a desiderare.

Proprio per rafforzarla Tedford e il suo staff hanno impostato il proprio recruiting su talenti difensivi Cecil Whitheside, Nick Forbes e Chris Martin quest'ultimo all'occorrenza anche schierabile come DE, sono potenzialmente il trio di LB più forte che i Bears abbiano mai avuto nella loro storia, Chris McCann e David Wilkerson sono altri validi elementi che vanno a rinforzare una difesa che ha assoluto bisogno di forze fresche, Gabe King è tra i più ricercati DE nello stato della California, metà  della NCAA lo ha invano inseguito fino all'ultimo minuto, ma Coach Tedford, l'ha convinto che i Bears erano per lui la scelta giusta.

La perla di tutta la campagna resta il DB Keenan Allen strappato all'ultimo momento all'agguerrita concorrenza di Texas e Florida, 6'3 per 210 libbre è considerato il giocatore più pronto per essere titolare da subito tra tutti i pari ruolo, lo stesso Tedford conta di schierarlo sin dalla prima di campionato come S titolare. Oregon State ha terminato la stagione con la pesante sconfitta contro BYU nel Las Vegas Bowl, da li coach Riley ha impostato la stagione 2010 puntando a rinvigorire una difesa decisamente sotto tono, e un attacco che ha perso tutti i suoi punti di riferimento.

Shaydon Akuna e Michael Doctor sono buoni elementi che saranno utili nella rotazione difensiva, Thomas Molesi, schierabile come DE e DT, ha la forza fisica per diventare in un prossimo futuro il degno erede di Paea come DT titolare. In attacco non ci sono nomi altisonanti, solo il QB Sean Mannion, con ottimi strascorsi in HS, ha il fisico adatto per diventare nei prossimi anni un punto di riferimento offensivo per i Beavers.

ATTACCO
California ha una grande storia alle spalle fatta di successi, trofei, grandi giocatori che hanno lasciato traccie indelebili nella mente di chi segue la squadra da una vita, con Tedford al timone i Bears hanno avuto ben 8 stagioni vincenti consecutive e altrettanti Bowl disputati, evento che non accadeva dalle stagioni '18-'25.

Ma nonostante i buoni numeri, nella PAC 10 California stenta ad ottenere buoni successi come dimostrato le pesanti sconfitte contro USC e Washington (72 punti subiti e solo 6 segnati), la doppia stagione dei Bears è avvalorata dai 146 punti segnati nelle prime tre partite, qual è quindi il reale valore della squadra?

Il QB Kevin Riley ha disputato una buona stagione lanciando 2850 yards e segnando 18 TD regalando solo 8 intercetti, ma gran parte delle segnature sono arrivate con squadre non certo irresistibili (Maryland-Eastern Washington-Washingotn State) e gli intercetti con team decisamente più forti (Oregon-USC).

L'attacco lo scorso anno ha fatto per forza di cose un maggior uso delle corse, Javhid Best e Shane Vereen hanno segnato ben 24 TD e corso per poco meno di 2.000 yards, con la partenza con destinazione NFL di Best, Vereen avrà  in mano tutto il running game di California. Se Riley saprà  meglio adattarsi al pro style offense di Coach Tedford, Marvin Jones e Jeremy Ross saranno i primi beneficiari, entrambi non particolarmente fisici, hanno velocità  ed atletismo per sfruttare il braccione di Riley.

Con Mike Riley in panchina Oregon State ha disputato alcune ottime stagione, dal 2006 i Beavers hanno vinto 36 partite perdendone 17, ma la squadra non può prescindere dall'accoppiata dei fratelli Rodgers, James o Jacquizz che sia, grazie al duo più dinamico della nazione i Beavers cercano di puntare in alto, al Rose Bowl che ormai a Corvallis manca dal 1964.

Molte incognite desta il gioco aereo, settore nel quale i Beavers hanno sempre macinato gioco, durante l'estate Ryan Katz e il freshman Cody Vaz lotteranno per una maglia da titolare, ma sostituire Canfield e soprattutto i suo numeri, è compito improbo. Oltre a James Rodgers, Markus Wheaton e Jordan Bishop saranno penalizzati dal cambio di QB, per trovare intesa e sintonia nel gioco aereo occorre tempo.

DIFESA
Clancy Pendergast, allenatore con grande esperienza NFL suo primo anno a Berkeley, avrà  il compito di rivitalizzare la difesa 3-4 che nella mente di Ted Tedford dovrebbe ottenere maggiori risultati sia contro le corse che contro i passaggi, impegnando così i LB ad un superlavoro. Chi meglio di Mike Mohamed potrà  beneficiare di questo assetto difensivo?

Miglior placcatore della PAC 10 con 112 tackles, grazie ad un atletismo fuori dal comune, è il prototipo del "Mike" linebacker per la difesa 3-4 di Pendergast, DJ Holt e il candidato numero uno come compagno di reparto di Mohamed, TOP recruit due anni fa, ha giocato saltuariamente lo scorso anno mostrando evidenti miglioramenti, da lui Tedford, in virtù dei progressi dimostrati, si aspetta un'ottima stagione.

La difesa nel suo complesso ha perso quasi tutti i giocatori dello scorso anno, il senior Cameron Jordan sarà  il perno di una linea difensiva, giocatore che grazie alla sua velocità  ha messo a segno ben 6 sack pur facendo rotazione.

La secondaria è stata il peggior reparto della difesa dei Bears terminata 111esima nella NCAA in pass defense, senza ben tre titolari della stagione 2009 è superfluo definire in reparto in ricostruzione. Sean Cattouse e il super recruit Keenan Allen, saranno gli elementi sui quali l'intero staff di California puntano molto per contrastare i potenti attacchi della PC 10.

Oregon State ha avuto difficoltà  diametralmente opposte rispetto a California, buoni risultati contro i passaggi ma una totale mancanza di pass rushing ha reso impossibile alla difesa di generare palle perse, solo la presenza del DT Stephen Paea ha impedito all'intera difesa di collassare in più di un occasione.

Nella mente del DC Mark Banker, Dwight Robinson e Keith Pankey dovrebbero avere un ruolo da protagonisti, grazie ad un maggior uso dei blitz combinando la forza dei DL e la velocità  dei LB, Banker spera di ottenere maggiori risultati rispetto allo scorso anno.

Cameron Collins e Lance Mitchell hanno spesso messo una pezza alle praterie lasciati dai compagni di difesa, come dimostrano gli oltre 140 tackles messi a segno, hanno dovuto dedicarsi più a fermare le corse che i ricevitori avversari (solo 3 intercetti), la loro presenza sarà  quanto mai importante anche per la stagione alle porte.

Stanford Cardinal – Arizona State Sun Devils – Washington St. Cougars

RECRUITING
Jim Harbaugh e il suo staff hanno girato la nazione in lungo e in largo alla ricerca dell'erede di uno dei migliori RB che l'università  di Stanford e la PAC10 abbiano mai avuto, l'erede potrebbe essere uno tra uno Anthony Wilkerson e Ricky Seale, Wilkerson, corteggiato da mezza Conference, ha optato per Stanford per motivi accademici.

I QB Brett Nottingham e Dallas Lloyd, già  disponibili durante il camp di prestagione, hanno suscitato ottime impressioni, ma hanno bisogno di tempo per migliorare tecnicamente. Il LB Blake Leuders e il DB Devon Carringhton sono gli atleti di maggior pregio che daranno profondità  ad un reparto in cui Stanford ha già  ottimi elementi.

Arizona State, dopo la pessima stagione 2009 conclusa con solo 4 vittorie, aveva necessità  di infondere esperienza e qualità  sin dal recruiting, e mai come quest'anno infatti si è fatto ricorso a giocatori JUCO. George Bell è il ricevitore ideale per rafforzare un reparto che ha perso tutti i titolari dello scorso anno, 6'4 per 200 libbre, ha il fisico e le mani per diventare il big target di cui i Sun Devils hanno assoluto bisogno, il TE Josh Fulton è un eccellente bloccatore ma anche la stazza per ricevere con continuità  in endzone, il T Brice Schwab è uno tra i giocatori con maggiore esperienza in junior college, per questo già  dall'estate viene schierato con frequenza tra i titolari.

Washington State ha avuto un'annata disastrosa terminata con una sola vittoria, Coach Wulff e il suo staff, nonostante la buona volontà , portano a Pullman solo le briciole. Il TE Aaron Dunn, tra i più promettenti nello stato di Washington, e due buoni OL come Wade Jacobson e John Fullinghton sono troppo poco per poter gridare al miracolo, il LB CJ Mizell potrebbe rinforzare una difesa tra le peggiori che la PAC 10 abbia mai avuto nell'ultimo decennio, ma di certo non sarà  un solo elemento a poter dare un deciso cambio di marcia.

ATTACCO
Dal '70 ad oggi Stanford ha dato fior di quarterback alla NFL (Plunket, Edwards, e soprattutto Elway) Andrew Luck potrebbe essere il prossimo, autore di una stagione da incorniciare con 2575 yards lanciate 13 TD e solo 4 intercetti, ha ampiamente dato prova di essere uno dei migliori QB della nazione, molti scout lo ritengono secondo solo a Jake Locker nel prossimo Draft NFL starà  a lui dimostrare di meritare tante attenzioni.

La presenza di un RB di potenza come Toby Gerhart ha incentrato l'intero attacco sulle corse e come dar torto a Coach Harbaugh per questa scelta visti i risultati ottenuti? Gerhart ha ripagato la fiducia del Coach con oltre 1900 yards guadagnate con 28 TD segnati, il migliore di tutta la lega, tali risultati non sarebbero stati prodotti senza una OL di incredibile qualità  che ha concesso solo 7!!! sacks, nessuno meglio di loro in tutta la NCAA,

Adesso è giunto il turno per Stefan Taylor e Jeremy Stewart di ereditarne la maglia da titolare. L'assenza di Gerhart consentirà  a Luck di lanciare con maggiore frequenza, Chris Owusu e Ryan Whalen avranno maggiori chance di mostrare qualità  ricevendo molti palloni dalle raffinate mani di Luck.

Se Stanford ha ampie soluzioni offensive, Arizona State ne ha limitate, e tutte passano per l'ex Michigan Steven Threet, talentuoso QB con fisico notevole (6'5, 240 lbs) e braccio potente ( lancia mediamente a 90 mph), ha scelto Arizona dopo l'arrivo a Michigan (dove ha giocato da titolare 8 partite) di Rodriguez e il suo spread offense, da lui dipenderanno le sorti dell'intero attacco dei Devils che rispetto alla scorsa stagione di presenta totalmente rinnovato.

Al nuovo OC Noel Mazzone il compito di motivare i nuovi titolari grazie alla vasta esperienza acquisita in anni di NFL, George Bell, Kerry Taylor e Glen Robinson sono attesi ad una stagione con maggiori responsabilità .

Se il gioco aereo potrà  beneficiare di un QB d'esperienza come Threet, il running game non ha un RB di livello sul quale contare, Cameron Marhall è un giocatore di potenza, poco compatibile con una linea offensiva molto leggera e con poca esperienza che dovrà  necessariamente adattarsi il nuovo stile di gioco di Coach Erickson.

Washington State ha un attacco così inconsistente che né il gioco aereo né quello di corse hanno sortito gli effetti sperati nel corso degli ultimi anni, con soli 12 punti di media segnati e 71 yards di media su corsa il futuro dei Coguars e colmo di incognite.

Tra infortuni ed inesperienza la OL non ha saputo difendere il QB dalle feroci difese avversarie, e nemmeno spalancare le porte per il running game, nonostante la buona volontà  Jeff Tuel ha lanciato solo 6 TD subendo 56 sacks, mentre il RB James Montgomery non ha nemmeno toccato le 200 yards, Jered Karstetter, con 540 yards e 6 TD rimane il miglior ricevitore della squadra, grazie al fisico è l'unico bersaglio che Tuel può sfruttare, ma se l'attacco non farà  un passo avanti, per i Coguars si prospetta un'altra stagione disastrosa.

DIFESA
Grazi alla cura Harbaugh, Stanford ha incrementato le proprie statistiche difensive in modo esponenziale, sulle corse in particolare gli schemi difensivi del Coach hanno raggiunto i risultati migliori.

Il DT Sione Fua è il prototipo del nose tackle che ben si adatterà  alla nuova 3-4 del nuovo DC Nick Fangio, il reparto LB avrà  importanti responsabilità  nel nuovo assetto difensivo, Shane Skov ha strabiliato al suo primo anno da titolare esplodendo in tutto il suo potenziale con 62 tackle, sarà  il nuovo regista difensivo, all'esterno della linea Thomas Keiser e Chase Thomas avranno un ruolo fondamentale, mettere pressione sul QB avversario e stoppare le corse con efficacia.

La Secondaria ha nel CB Richard Sherman e nel S Delano Howell i giocatori ideali con un duplice ruolo, stoppare le corse molto usate nella PAC 10, e fermare il gioco aereo quando possibile. Dennis Erickson ha costruito nel corso degli anni una difesa davvero incredibile, i Devils hanno concesso poco più di 20 punti a partita e 110 yards di media sulle corse, (le migliori statistiche dal 2006), grazie agli insegnamenti del Coach ogni reparto è migliorato sono ogni aspetto.

Il freshmen Vontaze Burfict con 69 takles e 2 sack ha lasciato tutti a bocca aperta ricambiando la fiducia che il coaching staff riponeva in lui, il CB Omar Bolden deve ancora recuperare dal grave infortunio alla schiena subita lo scorso anno, ma senza di lui l'intera secondaria è vulnerabile.

I Cougars sono lievemente migliorati in punti concessi "elargendo" solo 38 punti di media (rispetto ai 44 del 2008), nelle altre statistiche le cifre sono drammatiche, 512 yards di totale offense di cui 276 su passaggi sono numeri indecenti per una squadra della PAC 10. Con 13 sacks messi a segno la linea di difesa DEVE impegnarsi maggiormente, ma infortuni a parte, le risorse sono limitate.

Il settore LB ha buoni elementi nel suo organico, Alex Hoffman-Ellis sarà  spostato dal centro al lato forte della linea, a Myron Beck il nuovo ruolo di "Mike" si adatta maggiormente alle sue qualità  fisiche, la secondaria ha ben poco su cui contare, solo il S LeAndre Daniels è sopra i 6'0, il resto tra S e CB sono tutti sotto i 5'11, facili prede dei giganti che regnano incontrastati nella PAC 10.

Se la difesa nel suo complesso non fare un deciso passo avanti, il destino di Paul Wulff a Pulman sarà  segnato senza possibilità  di appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *