I Rays pareggiano i conti: 1-1

Lo scontro Baldelli – Ruiz sul piatto di casa base

I Tampa Bay Rays si aggiudicano gara 2 delle World Series 2008 battendo 4-2 i Philadelphia Phillies.

La partita - gara 2

Seconda partita al Tropicana Field di Tampa. I Phillies sono in vantaggio 1-0 nella serie finale.
Sul monte anche questa volta un sfida che sembra pendere decisamente dalla parte di uno dei due lanciatori: per Philadelphia lancia Brett Myers, per Tampa James Shields, favorito d'obbligo per questo match.
Il pitcher di Tampa parte subito benissimo e lascia a secco le temibili mazze dei ragazzi di Manuel. Myers invece, come da copione, fatica non poco nel primo inning. Base ball a Iwamura e conseguente singolo concesso ad Upton. Corridori che avanzano ulteriormente di una base a causa dell'errore dell'esterno destro Werth: Iwamura in terza e Upton in seconda. Due rimbalzanti dei Pena e Longoria portano i a casa i due compagni di squadra e Tampa va avanti: 2-0.
Shields sembra avere la situazione perfettamente sotto controllo anche se in alcune situazioni la fortuna lo aiuta. Concede qualcosa ai battitori di Philadelphia, un doppio ad Howard e una base ball a Burrell ma nel complesso lavora bene il piatto e tiene a bada i bombardieri dei Phillies.
Myers deve capitolare anche nel secondo. 2 outs e Navarro in terza dopo che aveva battuto un bel singolo al centro. Al piatto ancora Upton che batte valido spingendo Navarro per il punto del 3-0. Baldelli prova ad approfittare della situazione e vola dalla seconda verso casa base ma il tiro di Werth è perfetto verso Ruiz che protegge bene il piatto non concedendo alcuna possibilità  a Baldelli di segnare. Buona difesa dei Phillies che però sono ancora sotto nel punteggio.
I Phillies stentano a leggere i lanci di Shields e faticano non poco a colpirlo. Howard e Victorino ci provano ma i compagni non li seguono. Anche Myers sembra aver intrapreso la strada giusta, ma onde evitare problemi i Rays nel quarto ne segnano ancora uno. Maddon con Floyd in terza e Bartlett al piatto chiama uno squeeze che riesce perfettamente: sacrificio sul pitcher di Bartlett e Floyd a casa per il 4.0 Tampa.
La situazione sembra stabilizzarsi nel quinto con i due lanciatori che escono dall'inning senza troppi problemi. Con 104 lanci però, Shields è costretto a lasciare il monte dopo 5.2 IP e zero punti concessi. Al suo posto Wheeler.
Myers lancia anche il sesto senza danni, mentre dopo 1 IP e 2 strikeouts termina anche l'ottima partita di Wheeler, rilevato da Price. Tampa sembra aver terminato le energie al piatto e si affida solamente al suo bullpen. Price elimina Burrell e Victorino prima di concedere un solo homerun a Bruntlett entrato al posto di Doobs come DH:4-1.
Myers lancia bene anche il settimo prima di uscire con soli 85 lanci e lasciare il posto a Romero che elimina nell'ottavo Pena, Longoria e Crowford.
Phila in attacco nel nono alto per l'ultima possibilità  di rimonta. Price manda Ruiz in seconda, Longoria non controlla una rimbalzante di Werth e Ruiz ne approfitta per correre a casa: 4-2.
La rimonta però termina qui. Utley va strikeout e Howard eliminato con una grounded sulla seconda pongono fine al match.

Serie di nuovo in parità , anche se Philadelphia torna a casa con una vittoria pesantissima.
Partita che si incanala subito sui binari giusti per i Rays. Alle fine Shields non deve neanche sforzarsi più di tanto per tenere a bada le mazze avversarie. Certo che i 26 LOB dei Phillies fanno pensare ad una occasione probabilmente persa. Sono addirittura 9 le valide messe a segno dagli ospiti contro le 7 di Tampa. Bravi i ragazzi di Maddon a sfruttare al meglio sia le situazioni favorevoli sia una serie di disattenzioni dei Phillies.
Il duello Myers - Shields si chiude come da pronostico, anche se il pitcher di Phildelphia è rimasto sul monte 7 IP prendendo inning dopo inning le misure ai battitori di casa.
Myers, purtroppo per Philadelphia, ha delle statistiche imbarazzanti per quel che riguarda il primo inning lanciato e ieri le ha confermate.
Ora si vola a Philadelphia. Aria di casa per i Phillies che sperano di ritrovare il vero Rollins e il vero Howard, anche se quest'ultimo ieri notte ha dato qualche segno di risveglio andando 2-4. L'MVP della scorsa stagione nelle due partite a Tampa ha collezionato un poco invidiabile 0-10 e in post season batte .191 con una OBP di .240 troppo bassa per essere vera.

Si riparte sabato notte dall'1-1 al Citizen Bank Park. Sul monte per Philadelphia il veterano Jemie Moyer, per Tampa Matt Garza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *