I Rays impattano con Big Game

James Shields saluta il suo pubblico: ha fatto il suo dovere…

Big Game James Shields deve usare tutto il suo arsenale. Ma esce dal primo senza danni, candela per Jimmy Rollins, out per Jason Werth in terza, si incastra la mazza di Chase Utley.

Rimbalzi assassini nella parte bassa del primo condannano Brett Myers. Quello che frega Jason Werth sulla linea di Upton a destra, fa correre Akinori Iwamura fino in terza (aveva camminato) e mette uomini in seconda e terza con zero out. Due rimbalzanti innocue, ma utili, di Carlos Pena e di Evan Longoria, fanno 2-0.

Finalmente! Ok, è servita una "hanging curveball", la curva che non cade, per svegliare Ryan Howard. Linea sopra la testa di Upton. È un doppio per aprire il secondo. Pat Burrell lavora il conto pieno e guadagna la base. L'hawaiiano tascabile invece alza una candela e fallisce nell'avanzamento dei corridori. Greg Dobbs, è il dh, (i designati della NL nelle World Series dal 2003 hanno battuto .079 e 14 K) e diventa il K numero 15, ma li fa avanzare quando vede un lancio pazzo di Shields. Pedro Feliz la batte bene, la palla rotea e vira verso sinistra ma Upton è in traiettoria e spegne il rischio sul nascere.

Dioner Navarro apre il secondo basso con una valida. Rocco Baldelli guadagna la BB, su uno swing non proprio controllato. Charlie Manuel si alza dalla panchina "What the fuck was that?" (parole testuali). Le basi sono improvvisamente piene quando un mezzo swing di Jason Bartlett è pieno di spine e Feliz non riesce a raccoglierlo. Un solo out.

Tocca A Ki? I Wa Mura. Myers lo costringe ad una candela, bella presa di Rollins. Upton la batte valida per il 3-0, ma Werth si riscatta con un gran tiro a casa. Carlos Ruiz tiene la palla e fa secco Baldelli in collisione.

Terzo. Ruiz apre con un gran doppio, Rollins out su Iwamura in scivolata, lo avanza in terza. Werth va K, 15 anche per lui, record della postseason. Utley spreca Ruiz rimbalzando in seconda. Si accumulano le chance sprecate dai Phillies.

Candela per il marito di Antonia Parker, che sventola cartelli rosa sulle tribune. Terzo facile per Myers condito da altri due out.
Dopo un'ora esatta di gioco, tre inning, 3-0 Rays.

Luci azzurre che si riflettono nell'acqua della baia.
Grazie al Dome stiamo giocando perché fuori c'è il diluvio.
E pure le mante non si bagnano.

Philadelphia crea i presupposti nel quarto alto. Howard, come detto, si è svegliato e va singolo fra prima e seconda base, attraverso lo shift del geometra Joe Maddon. Rimbalzi che Longoria addomestica fanno andare Howard in seconda. Questa volta Victorino batte in un flipper, Pena-Iwamura-Shields e mette uomini agli angoli con un out. DH significa Don't Hit oppure Dobbs Hit? In questo caso è ancora K e Philly arriva a 1-21 con uomini in posizione punto nelle serie. Tocca a Feliz fare 1-22.

Valida di Cliff Floyd per infastidire Myers nella parte bassa del quarto. Navarro va 2-2 con un proietttile che corre sopra il monte. Baldelli con una legnata in terza, Feliz-Utley-Howard, salvo per un pelo. Con Bartlett al piatto smorzata in sicurezza verso Myers, può andare solo in prima e Floyd segna il 4-0.

La BB a Ruiz che apre il quinto non costa perché, con un out, dopo il singolo di Werth, l'affidabile Utley batte in un puzzolento doppio gioco.
L'errore di Ruiz non costa nella parte bassa del quinto.
Sesto. Altra chance, altro spreco. Con due out singoli dell'hawaiiano e di Dobbs per Feliz che non ne fa nulla. Dan Wheeler lo ha fatto fuori, chiudendo il sesto per Shields che ha finito.

Settimo. I Phillies non mollano. Wheeler regala una base, fa un out e trova il kappabile W.

Werth va K dopo una lunga battaglia e fa due out. Entra David Price per Utley. Il talentuoso mancino 23enne finora non ha mai fallito. Ha chiuso la serie con i Sox. Utley prende quattro balle cammina. Sale al piatto li gigante. Howard contro Price. Conto 0-2. E scivola esterna la spider 1-2. Si sente il profumo, qui c'è la partita. 2-2. Urla nel guanto uscendo dal campo. Howard ha guardato il K. Una decina di Phillies feriti sul campo.

Per chiudere il settimo Phila ricorre al vecchio affidabile 6-4-3. Myers finisce qui.

Questa volta sono i rossi che stanno soffocando. Bullpen Tampa non affidabile come l'altro, ma comunque solido. Phila fa 4-1 quando Eric Bruntlett (rigorosamente a basi vuote) batte profondissimo a sinistra. Ma Price non cede altro.

Price torna per il nono. Maddon insiste col suo ragazzone da Vanderbilt. Ruiz doppio lungo linea. Palla che passa tra guanto e linea. La faccia di Longoria vede solo terra rossa, da vicino. Tocca a Rollins, resta Price sul monte. Lanci interni di Price sfiorano la casacca di Rollins. L'arbitro nega l'evidenza. Rollins si ricompone e forza un conto pieno. Ma alza solo una mezza parabola verso Bartlett.

Price resta per Werth. Un lancio, legnata che rimbalza contro il guanto di Longoria, segna Ruiz. Resta Price per i mancini. Utley al piatto, può pareggiare. Price è un partente, può andare lungo se vuole. Utley va K. Ne manca uno. 4-2 Rays. E si ripete il duello di prima. Howard contro Price, slugger contro rookie. Un lancio. Iwamura-Pena. Fine.

Serie in pareggio.
Rays 1, Phillies 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *