Week #26. NY stende LA, boom San Jose

Juan Pablo Angel congratulato da Mehdi Ballouchy dopo il rigore del 2-0

La Week #26 ha visto probabilmente la regular season giungere alla svolta finale, almeno per quello che riguarda la corsa ai playoff. Le vittorie in trasferta di San Jose a Toronto e di Seattle a Chicago sembrano aver messo a tecere definitivamente le speranze dei due club sconfitti a favore delle due vincenti. Per l'ultimo posto la sola Kansas City sembra poter insidiare i Colorado Rapids, che hanno però 5 punti di vantaggio e che sembrano in ottima forma.

Tabellini e classifica della MLS dopo la Week #27

Ma l'incontro clou della settimana è stato sicuramente quello giocato all'Home Depot Center di Carson (CA), tutto esaurito per l'occasione, tra Los Angeles Galaxy e New York Red Bulls. NY arrivava al match priva di Thierry Henry, infortunatosi alla caviglia e quindi assente comunque nonostante da tutte le parti si chiedesse una squalifica da parte della MLS – non arrivata – nei suoi confronti dopo aver fatto infortunare il portiere di Dallas Kevin Hartman per uno stupido calcio ad un pallone a gioco fermo. Senza il francese coach Hans Backe decide di replicare lo schema della passata settimana con davanti un solo attaccante, stavolta Juan Pablo Angel, supportato alle sue spalle dal marocchino Mehdi Ballouchy – protetto dal duo composto da Rafa Marquez e Toni Tchani – con sulla destra il giamaicano Dane Richards. Dall'altra parte Bruce Arena mette in campo dall'inizio David Beckham, che va a posizionarsi a destra, con Juninho in mezzo dietro alla coppia d'attacco formata da Edson Buddle e Landon Donovan. Ma con in campo tutti (a parte Henry) i più pagati della MLS, l'unico a sembrare meritorio del proprio ruolo di Designated Player è stato il colombiano Angel, con un Marquez sotto tono, Beckham ancora lontano dalla forma e ai suoi primi 90' dopo mesi, e un Donovan che dopo il Mondiale non è più tornato al top.

NY, padrona del campo per la maggior parte del tempo, passa in vantaggio con il velocissimmo Dane Richards al 36', bravo ad infilare dalla breve distanza una palla respinta dalla traversa su gran tiro del centrocampista estone Joel Lindpere. Al 60' sempre Richards spinge sull'accelleratore e scappa al difensore Tyrone Marshall, che in gran difficoltà  lo atterra in area, con Angel che fa 2-0 ed è ora a quota 13 gol, ad una sola lunghezza da Edson Buddle.

Una vittoria quella di NY estremamente convincente, e che ha costretto lo stesso Donovan ad ammettere che sarà  assai dura fermare la corazzata Red Bull quando avrà  anche Henry.

Los Angeles rimane comunque un testa alla Western e nella classifica assoluta, e rimane favorita nella corsa al Supporters Shield con 50 punti, inseguita dal Real Salt Lake che però ha fallito l'aggancio pareggiando 1-1 coi Colorado Rapids, con vantaggio Rapids di Conor Casey e pareggio del difensore Nat Borchers in pieno recupero, che salva la lumnga imbattibilità  interna del RSL, giunta ora a 23 partite. A discolpa del team dello Utah l'impegno settimanale in Champions che lo ha visto uscire vincente con l'Arabe Unido a Panama.

Non approfitta dello stop di LA nemmeno Columbus, che però è brava a recuperare da 2-0 a 2- in casa del New England. Revs in vantaggio con Pat Phelan dopo due minuti. Segue il raddoppio di Shalrie Joseph su rigore al 56'. Ma sei minuti dopo Steven Lenhart accorcia e all'80 arriva anche il pari con un rigore infilato dall'argentino Guillermo Barros Schelotto. Per i Revs è la seconda volta questa settimana che si vedono recuperare due gol. Era infatti accaduto mercoledì contro FC Dallas, nel match chiusosi anch'esso 2-2.

Tornando alla corsa playoff, gli oltre 20mila del BMO Field sono dovuti tornare a casa delusi dopo aver visto l'incredibile Chris Wondolowski di quest'anno – recentemente supportato dai deliziosi tocchi del brasiliano (ex Barcellona e Hull tra le altre) Geovanni – mettere a segno una tripletta che quasi certamente vale i playoff per i nuovi Earthquakes, rinati nel 2008 dalle ceneri di quelli spostati a Houston nel 2006. Inutili per il Toronto i gol di Dwayne De Rosario e Maicon Santos nel quadro di una prestazione senza capo né coda, con San Jose cauta ma aggressiva e brava a colpire in ogni minimo spazio lasciato dagli avversari, apaprsi anche un po' stanchi dopo aver giocato in Messico in settimana.

Ormai fuori dai giochi anche Chicago (distante 11 punti dai Rapids e senza vittorie da 7 partite), che al Toyota Park di Bridgeview (IL) si vede bloccare e poi superare all'88' da Seattle con un gol dell'attaccante svizzero Blaise Nkufo (aiutato da una devizione del difensore C.J. Brown) reduce dalla tripletta della scorsa settimana. Unica luce per Chicago la prova del centrocampista Marco Pappa. Su lui, Freddie Ljungberg (se rimarrà ) e Nery Castillo (se si riprenderà ) il Fire dovrà  contare per ricostruire una squadra vincente, che molto probabilmente non sarà  più guidata dal coach messicano Carlos de los Cobos, e che per il momento ha visto un cambio alla presidenza.

Nei bassifondi della classifica, ancora una delusione per i fan del DC United al RFK Stadium, costretti – dopo la sconfitta rossonera Kansas City in settimana – a vedere la derelitta Houston Dynamo marciare trionfalmente su Washington e uscire vincente con un 3-1 senza discussioni. DC era anche passata in vantaggio al 29' con il 17enne folletto honduregno Andy Najar, frutto dell'Academy dello United, bravo ad uccellare i dfensori canadesi Andrew Hainault e Adrian Serioux, per poi mettere alle spalle del portiere (anche lui canadese!), l'ultraquarantenne Pat Onstad. Nonostante la superiorità  in campo DC si trova bloccata dalla stessa incapacità  di segnare vista dall'inizio del campionato, con l'australiano Danny Allsopp che difficilmente sarà  confermato in avanti. Inevitabile quindi la rimonta di Houston, che prima approfitta di un autogol di Devon McTavish seguito dal raddoppio di Geoff Cameron e dal gol in pieno recupero di Dominic Oduro. Un risultato incoraggiante pr la Dynamo di coach Dominic Kinnear, che in queste ultime giornate starà  facendo le necessarie considerazioni in vista di una offseason di ricostruzione di un team vincente, da cui però vedremo andar via alcuni veterani che appaiono ormai appesantiti dalle vittorie e dagli anni.

Offseason che si prospetta interessante anche per Philadelphia, con coach Peter Nowak che dovrebbe ritenersi comunque soddisfatto della stagione del suo expansion team, bravo ieri a schiacciare il Chivas USA con un 3-0 senza possibilità  d'appello nel miglior match della Union 2010. Dopo i gol di Alejandro Moreno e del brasiliano Fred (si saranno pentiti a DC di averlo lasciato andare in cambio dei diritti sul pessimo portiere Troy Perkins?), ancora una volta lascia il segno sulla partita l'attaccante francese Sébastien Le Toux, autore del terzo gol del match, il suo 12 dell'anno, sempre più candidato al premio di MVP, che però difficilmente potrà  vincere con la sua squadra fuori dai playoff.

MLS di nuovo in campo martedì, con il match di CONCACAF Champions League fra Toronto e Real Salt Lake, con mercoledì Columbus che affronta il Municipal e Seattle (ormai fuori) che ospita il Marathon. La Week #27 (guarda il calendario) invece inizia mercoledì 29 con l'anticipo tra Colorado e Philadelphia, con tutte le altre in campo sabato eccetto il derby tra Chivas USA e Los Angeles Galaxy, che si giocherà  domenica.

________________________________________

Risultati Week #26 e highlights

Mercoledì 22 settembre
Kansas City Wizards vs. Houston Dynamo 4-3
Stadio: CommunityAmerica Ballpark – Kansas City KS
Spettatori: 9,679
FC Dallas vs. New England Revolution 2-2 – Highlights
Stadio: Pizza Hut Park – Frisco TX
Spettatori: 7,468

Venerdì 24 settembre
Los Angeles Galaxy vs. New York Red Bulls – 0-2
Stadio: The Home Depot Center – Carson CA

Sabato 25 settembre
Philadelphia Union vs. CD Chivas USA 3-0
Stadio: PPL Park – Chester PA
Toronto FC vs. San Jose Earthquakes – 2-3 Highlights
Stadio: BMO Field – Toronto ON
DC United vs. Houston Dynamo – 1-3 Highlights
Stadio: RFK Stadium – Washington DC
New England Revolution vs. Columbus Crew – 2-2 Highlights
Stadio: Gillette Stadium – Foxborough MA
Kansas City Wizards vs. FC Dallas – 1-3
Stadio: CommunityAmerica Ballpark – Kansas City KS
Chicago Fire SC vs. Seattle Sounders FC – 0-1 Highlights
Stadio: Toyota Park – Bridgeview IL
Real Salt Lake vs. Colorado Rapids – 1-1 Highlights
Stadio: Rio Tinto Stadium – Sandy UT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *