Storia di una serata unica

Tutti pronti per il Superbowl: niente di meglio per un bel ritrovo tra amici

Oh, say can you see,
by the dawn's early light,
What so proudly we hailed
at the twilight's last gleaming?"

La voce della vincitrice di American Idol zittisce tutti. I brividi si aggiungono ai brividi. Non può che iniziare con la pelle d'oca nel salotto di casa il Super Bowl XLII, tra l'entrata delle squadre e le celebrazioni iniziali. È l'inizio, non c'è più niente da aspettare. L'inizio dell'ultimo capitolo, il più importante.

E così noi, soliti amici appassionati, ci ritroviamo per l'appuntamento dell'anno, assiepati tra divano e poltrone, ognuno con il suo bicchiere e un maxicesto di popcorn in mezzo al tavolino. Le emozioni, le sensazioni, i nostri sentimenti, le nostre urla modello "americano", per una partita e per quel football che amiamo. Per una volta ci vogliamo sentire veri americani!
Siamo carichi, felici, abbiamo voglia di vivere grandi emozioni. Il ritrovo è la cosa ideale in questa serata: tutti zitti per le azioni, le grida di approvazione, e poi durante la pubblicità  lo spazio ai commenti più vari. Ecco com'è andata la serata del Super Bowl nel nostro "salotto tipo".

Il volume della televisione è già  altissimo, un passo alla volta ci si avvicina al calcio d'inizio. Qualcuno suggerisce all'arbitro di accendere il microfono per proclamare a tutti testa o croce.
"Chi vince il coin toss di solito perde il SB, lo sapevate?" ironizza qualcuno.
Via, il primo calcio. Da ora solo football. Prime giocate e subito arrivano i primi commenti:
"NY ha cominciato col piede giusto, ma NE al primo attacco va sopra 7-0!"
"Ma allora è un vizio di famiglia Manning di parlare di continuo e cambiar schemi!"
"Già  il primo infortunio! Che manzi!"
Le inquadrature televisive si soffermano poi su Payton: "Beh anche lui sta parlando con l'attacco dei Giants""
E infine i primi 3 punti. Dieci minuti di drive! Qualcuno se ne accorge:
"ma come? Cos'è scritto? 5 minuti?!? Cioè son già  passati 10 minuti!"

Ed ecco Tom Brady, c'è lo spazio per aprire i popcorn e stappare (un'altra) birra. Si ricomincia, bisogna tornare ai propri posti! Qualcuno fa notare che Moss sembra non ascoltare lo schema, intanto Maroney corre e porta New England sopra:
"Maroney in metà  ci va! sarà  una costante stanotte""
Non sarà  affatto così però! Punteggi bassi, e che difese!
"E arriva l'intercetto! Nooo, che roba è!"
"Povero Manning, per una volta che non è colpa sua!"
Un errore per i Giants, NE può ripartire. Finalmente i primi cominciano a sbilanciarsi sull'esito finale:
"NY merita la vittoria, se non fosse stato per l'int era sopra!"

All'improvviso i Giants sembrano però andare in affanno, Eli si fa sackare, poi il fumble con il clamoroso errore degli arbitri che sbagliano possesso.
Torna Tom, ma per lui giungono i primi fischi dalle poltrone! Sembra teso, sbaglia. Le difese da entrambe le parti ergono solide dighe. Si va allo spettacolo di metà  gara. 7-3. Pochi punti, ma partita godibile. Intanto parte il carosello verso il bagno. Lo spettacolo musicale è senza grosso divertimento, ci sono state annate migliori: meglio ritornare presto al football!

Qualcuno si gira e si lecca la mano imitando i quarterback, si riparte dunque. Ed è subito challenge! 12 uomini in campo! Per un piede?! E i Patriots si guadagnano così un primo down!
Ma le difese tornano in auge, quanti sack, screen bloccati sul nascere, Tom gioca un 4th & 13 e NE perde palla. Ed ognuna di queste situazioni fa partire commenti su commenti: gli amici nel salotto sono tutti di buonumore, ognuno dice la sua, a volte commenti tecnici, a volte pronostici e considerazioni, altre volte autentiche e proprie ca..volate prontamente criticate! Ma lo si fa per ridere, divertirsi, con l'incertezza del risultato finale che tiene tutti comunque col fiato un po' sospeso.
"NE vacilla ragazzi! Prima o poi uno di quei lanci va a segno!"
"Fa bene a provare Eli! Per lo spettacolo e per l'impresa!"
"Che antipatico Moss quando alza la testa e ride nel mini-video quando mettono le sue statistiche!"

Poi Brady prende coraggio. Tutti si alzano" per niente, il lancio non va a segno. Finisce anche il terzo quarto e si entra in quello decisivo. Come dice qualcuno "il quarto vale tutta la partita, qua vedremo il meglio". Ottima profezia.
Eli gioca bene, Boss riceve alla grande!
"Dai verso il 10-7!"
"Ma allora Moss o Boss stasera?"
Moss ancora nell'ombra infatti, Welker è per molti l'mvp momentaneo dei Pats. Ma la palla intanto e dei Giants che segnano!
"Non si scherza più ragazzi, ora è così fino alla fine!"
"Yeeeeeeee! Questo volevamo! Questo volevamo"
"Guarda Payton come applaude!!"
"Primo e dieci e si riparte con l'uomo che ha tutto da perdere""
"Ehi sentite! Questa è "We will rock you"" ogni tanto la mettono in momenti come questi!"

Brady torna, e sbaglia ancora. I più affezionati fanno no con la testa.
"Che noiosi 'sti Pats!"
"Brady, stasera hai perso caro""
Da questo punto in poi Eli prende le redini del gioco, evita un primo sack e tenta un lancio per Plaxico che in tuffo per un pelo non c'arriva.
"Forse devo ricredermi qualcosa su Eli" dice il più diffidente sul QB di New York.
Ma la palla torna ai Patriots, e tutti tornano in piedi con le giocate di Welker, aggiunte al numero di Maroney che ne guadagna 10 in un colpo. Il momento è decisivo, i Patriots possono tornare sopra, Leopizzi annuncia "Se segnano hanno l'anello". Tutti parlano, ognuno dice la sua, è impossibile stare fermi:
"Brady lancia, vuole fare un TD pass per le statistiche""
"Momento decisivo ragazzi, la partita è qua!"
"Tom ha una luce diversa negli occhi""
L'attacco si schiera. Silenzio totale, solo la tv emette suoni.
Moss riceve: è 14-10! Un boato, tutti nuovamente in piedi, il vicinato è pronto ad insorgere.
"MOOOOSSSS!"
"E allora dai! Giustissimo così! E adesso? E adesso?"
"Finalmente la coppia magica!"

Rientra Eli, si fa sackare…
"Avevi il 27 libero Eli" vabbè, intanto vengono avanti""
2 minuti alla fine.
"Son troppo teso! Cioè" il punto può scapparci in qualsiasi momento!"
"Eli esce dal sack!! Cosa faaa?!? Numero! Che giocata!"
Ed il QB di New York si riscatta su chi nell'azione precedente lo aveva criticato, in effetti il buon vecchio Eli era andato vicino all'int e alla frittata. Un minuto. Palpitazione. Ora c'è silenzio in salotto, qualcuno continua a girarsi nervosamente le mani. Qualcun altro le ha ghiacciate. New York termina i timeout. E poi l'impresa, Burress riceve da Manning.
"Va là  ragazzi dei Pats! Avete mandato tutto a" E stavolta non c'è Vinatieri. Dai, è finita!"
"Quella che vi dicevo poteva essere l'azione del match" beh lo è appena stata!"

Infine i lanci della disperazione di Tom, che si fa pure sackare per l'ennesima volta. Finisce così, in piedi mentre il tempo scorre fino a zero. Molti rimangono un po' delusi:
"Eli mvp allora" uffa", commenta il solito diffidente su Manning.
"Meritava NE per la stagione" Però vista la partita singola hanno meritato di perdere""
"Grandi Giants! L'impresa della squadra! Patriots puniti per la troppa sufficienza!"
"Non ci credo.. I Pats perdono nonostante i favori""
"Moss è venuto x niente! mi dispiace però! Ha vinto quell'antipatico di Eli"
"Guarda già  col ghiaccio son partiti!"

Sono festeggiamenti. Dobbiamo ancora realizzare bene quanto è appena accaduto, quella sorpresa finale. Ciononostante anche i tifosi di New England sono lieti per la bella serata e la bella partita. Ancora una mezz'oretta insieme, poi i saluti. Ed allora sarà  già  nostalgia per un'altra annata NFL finita e l'inizio di una nuova lunga attesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *