Mercato NBA: tutte le voci…

Trasferimento in vista per il giocatore spagnolo, richiesto da mezza NBA

Il mercato, da sempre, è il luogo magico in cui tutti i tifosi si rifugiano nella speranza di vedere la loro squadra migliorare e magari, per coloro che hanno a cuore squadre nei bassifondi della classifica, in cui aspettarsi il miracolo (Boston insegna).

Con l'avvicinarsi della scadenza del termine per la conclusione degli scambi, il 21 febbraio, l'attesa si fa spasmodica e le voci diventano vorticose. Sembra non esserci squadra che si “salvi” da queste voci, tutte sono alla ricerca di un giocatore che completi la rosa, che sopperisca a mancanze o infortuni occorsi in questa prima fase della stagione regolare.

In questo quadro credo sia necessario fare un piccolo riassunto dei possibili affari che si potrebbero concludere o degli scambi che potrebbero coinvolgere alcune stelle, andando in rigoroso ordine di ruolo.

Point Guard

Praticamente quasi tutte le squadre sono alla ricerca di una point guard di sicuro affidamento, pertanto questo è un ruolo che potrebbe movimentare questi ultimi giorni di trattative. Diversi i nomi di giocatori che potrebbero essere firmati come free agent o scambiati.

Sicuramente il nome più gettonato ed affascinante è quello di Jason Kidd, che da circa un anno sembra sempre in procinto di abbandonare i Nets ma che rimane sempre al suo posto. Quest'ultima sembra essere la conclusione da attendersi anche in questo caso, in quanto le vecchie corteggiatrici, che rispondevano ai nomi di Lakers e Cavaliers, sembrano essersi defilate per mancanza di contropartite adeguate.

Un altro nome caldo è quello di Mike Bibby. Anche qui una delle squadre più interessate sono i Cleveland Cavaliers, che però non sembrano intenzionati a sobbarcarsi il contrattone di Kenny Thomas, che i Kings vorrebbero inserire nel pacchetto da spedire in Ohio. L'offerta di Cleveland sarebbe ferma a Gooden, Brown più una scelta 2009.

Tutto ciò dovrebbe spingere i Cavaliers a ripiegare su uno tra Tyronn Lue, Marcus Banks e Earl Watson.

Si era parlato per Kidd anche dei New York Knicks, ma da questo punto di vista le voci sono subito terminate, considerando che era stato proposto Marbury come contropartita(chi accetterebbe!?!).

Sicuramente più prossimi al trasferimento sono una serie di point guard di esperienza che potrebbero fare comodo a diverse squadre, tra cui i Celtics per affiancare il giovane Rondo soprattutto nei momenti caldi delle partite, i Suns per trovare qualcuno che faccia rifiatare per alcuni minuti Steve Nash, i Warriors per lo stesso problema dei “Soli” e i Raptors per sopperire alla ormai cronica assenza di Ford.

Per queste squadre si fanno i nomi di Gary Payton(il quale sembrerebbe ad un passo da Golden State), Damon Stoudemare(per lui si parla di un imminente buyout con i Grizzlies stanti le sue divergenze con coach Iavaroni, Boston sembra favorita) oppure Sam Cassell.

Shooting Guard

Probabilmente è il ruolo in cui al momento le acque sembrano meno agitate. Infatti sono tramontate le voci che volevano Vince Carter lontano dai New Jersey Nets. Per lui si era parlato addirittura di un passaggio ai “cugini” Knicks, ma il tutto è saltato quando nell'affare si è cercato di inserire Jamaal Crawford.

Niente scambio anche con i Pacers, principalmente per gli ormai cronici problemi al ginocchio di Jermaine O'Neal, “merce di scambio” per Vinsanity.

Voci anche su T-Mac, che i Rockets non vorrebbero più, stanchi dei continui infortuni e rinfrancati dal record positivo senza il loro numero 1, anche se il GM dei “Razzi” di Houston ha categoricamente smentito ogni ipotesi di trade.

Small Forward

Un altro giocatore con la valigia pronta è Ron Artest, più volte intenzionato nelle dichiarazioni a lasciare Sacramento. In particolare pochi giorni fa il giocatore ha dichiarato a chiare lettere di non voler rinnovare il contratto nella prossima estate, volendo trovare una società  che gli possa consentire di vincere un anello.

Probabilmente Ron giocherebbe già  nella natia New York se Isiah Thomas decidesse di dare in cambio Nate Robinson e Renato Balkman, ma al momento i due giocatori sono dichiarati incedibili.

Nel tentaivo di salvare una stagione disgraziata i Miami Heat potrebbero voler scambiare Jason Williams, Dorell Wright e Ricky Davis con i Seattle Supersonics, ottenendo in cambio Wally Szczerbiak e Earl Watson, mentre particolarmente fantasiosa sembra la trade che vorrebbe Shawn Marion ai Jazz in cambio di Kirilenko.

Power Forward

Per questa posizione l'oggetto dei desideri di molte franchigie sembra essere Pau Gasol. Per lui si era parlato con insistenza dei Bulls(tutto si è arenato in seguito al rifiuto dei Tori di inserire nella trade Luol Deng), ma ad oggi due paiono le mete più probabili: Knicks e Cavs.

Nella Grande Mela propongono lo scambio con Zach Randolph più qualche altro giocatore per pareggiare il salary cap, ma sarebbero disposti anche ad inserire Eddie Curry al posto di Z-Bo.

I Cavaliers sarebbero pronti ad inserire Gooden e Hughes, ma a Memphis avrebbero richiesto Varejao, che non si può muovere dell'Ohio fino alla prossima estate.

Altra pretendente allo spagnolo sono i Pacers, che vedrebbero di buon occhio uno scambio O'Neal-Gasol, anche se i Grizzlies vorrebbero inserire nella trade il contrattone di Brian Cardinal(2 anni di contratto per 13 milioni di dollari).

Addirittura allo spagnolo sembrerebbero interessati i Phoenix Suns, che darebbero Amare Stoudemire e la prima scelta del prossimo anno ottenuta da Atlanta in cambio di Gasol e Warrick.

Qualcosa in questo ruolo potrebbero cambiare anche i Bulls, che sembrano sul punto di cedere Nocioni e Sefolosha ai Nets in cambio di un pacchetto comprendente Bastjan Nachbar, Marcus Williams, Antoine Wright e Jamaal Magloire.

Center

In questa posizione qualcosa potrebbero (e dovrebbero) fare i Lakers, dopo l'infortunio occorso all'ottimo Bynum. Inizialmente il sostituto sembrava dover uscire da una ristretta cerchia di nomi comprendente Chris Webber, PJ Brown e Ben Wallace, ma al rifiuto da parte dei primi due si è aggiunto il rifiuto dei lacustri ad uno scambio Wallace – Brown e Radmanovic.

Due giocatori che potrebbero essere scambiati in quest'ultimo mese, essendo appetibili per ragioni di salary cap, sono Theo Ratliff, il cui contratto da 11.6 milioni di dollari scade quest'estate e che pertanto potrebbe ricevere un buyout per poi accasarsi in qualche squadra alla ricerca di “peso” per la postseason(Boston? Phoenix?), e Samuel Dalembert, che i Sixers cederebbero volentieri soprattutto per guadagnare spazio salariale da investire quest'estate su qualche free agent (Elton Brand?).

Infine Miami si libererebbe volentieri di Shaq e del suo contratto(20 milioni di dollari per questa e le prossime 2 stagioni), soprattutto dopo le dichiarazioni del loro proprietario, il quale è intenzionato a scendere sotto il livello della luxury tax. Già , ma chi si accollerebbe O'Neal? Timide voci parlano di uno scambio con i Mavericks, che darebbero Van Horn, il quale verrebbe firmato e poi scambiato.

Insomma voci molte ma fatti, per il momento, ancora pochi. Per adesso bisogna accontentarsi di DJ MBenga ai Lakers, ma ci sono sorprese dietro l'angolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *