Tennesse, quale futuro?

Jeff Fisher pare preoccupato per il futuro della squadra…

I Tennessee Titans degli ultimi anni sono senza dubbi ricordati come una squadra vincente, costante nei risultati e con l'abbonamento ai playoffs.

Quest'anno nella Music City la squadra ha però subìto dei cambiamenti drastici per motivi di mercato visto che i Titans hanno perduto nella offseason due colonne portanti quali Jevon Kearse, accasatosi a Philadelphia, ed Eddie George, trasferitosi da Bill Parcells a Dallas, mentre il resto delle variazioni è avvenuto con gli infortuni che, settimana dopo settimana, hanno smantellato le prospettive vincenti della squadra.

L'attacco si è trovato senza il proprio leader, Steve "Air" McNair, che per problemi allo sterno ha giocato solo 8 partite, chiudendo in anticipo la stagione con un rating di 73.1 (il secondo peggiore della carriera) e senza poter essere una minaccia con le corse, visto che i vari acciacchi hanno limitato il quarterback, che aveva nella sua mobilità  uno dei punti di forza principali.

La difesa ha dovuto rinunciare quasi all'intero reparto dei linebackers con Peter Sirmon, secondo miglior placcatore di squadra degli ultimi due anni, fuori per la stagione e con Rocky Boiman e Rocky Calmus che hanno giocato 11 partite in due, e che ha tenuto fuori pure Lance Schulters dalla quarte settimana di gioco in poi. Di recente si è aggiunto alla injured reserve anche Tank Williams, mentre Samari Rolle ha già  saltato due partite per un problema al ginocchio.

Vediamo dunque statisticamente quale impatto hanno avuto gli avvenimenti sopra descritti.

Il risultato di quanto descritto sopra è un record attuale di 4-10, primo record perdente dal 1994, l'anno in cui Jeff Fisher ha preso il posto di Jack Pardee mentre il team era ancora a Houston.

McNair è stato rimpiazzato da un ottimo Billy Volek, che già  lo scorso anno aveva lasciato buone impressioni nel sostituire l'ex co-Mvp della lega. Il backup ha collezionato 2200 yards di lancio e 17 TD nelle 8 partite complessivamente giocate e specialmente nelle ultime due uscite ha fatto numeri da capogiro, arrivando a stabilire i massimi in carriera per yards lanciate con 492 e per TD passes con 4 anche se ultimamente c'è da considerare che ha affrontato tre delle peggiori difese in assoluto.

L'emergente Chris Brown ha contribuito a mantenere ad alti livelli il gioco di corsa ed anche se attualmente infortunato è stato capace di superare le 1000 yards stagionali e dunque di non far rimpiangere George.

I problemi più grossi, come si diceva, si sono verificati in difesa, che è passata dall'11° posto del 2003 al 21° del 2004 con un netto peggioramento della difesa sulle corse, passata dal 1° al 16° posto nel giro di un anno.
Gli unici giocatori in grado di dare il consueto contributo sono stati Keith Bulluck, che per l'ennesimo anno ha superato i 100 placcaggi e guida la classifica di squadra nella specialità , e Kevin Carter, che comanda in fatto di sacks con i 6 registrati finora.

Il futuro della squadra del Tennessee ha dei punti interrogativi, che riguardano sia l'attacco che la difesa.
Bisognerà  valutare le parole di Steve McNair, che ha espresso il desiderio di voler pensare al ritiro durante la prossima off-season e la sua decisione giocherà  un ruolo preponderante nello sviluppo del ruolo di Volek che, come McNair a suo tempo, è stato a guardare per un paio d'anni il titolare ed ora sembra pronto a prenderne il posto. Altri dubbi riguardano la linea offensiva, dove ci sarà  bisogno di un tackle visto che Brad Hopkins e Fred Miller hanno ambedue superato i 30 anni e nel roster attuale non c'è nessun giocatore che possa prendere il loro posto.

Il resto dell'attacco sembra invece sistemato, visto che si può contare su un running back affidabile come il già  citato Chris Brown e si parla un gran bene di Vern Fleming, fullback scelto nello scorso aprile, mentre per quanto riguarda i ricevitori, oltre a Derrick Mason, c'è la prepotente ascesa di Drew Bennett che ha raddoppiato tutte le sue statistiche personali rispetto al 2003 ed è primo nella Afc per yards su ricezione con le 1171 accumulate sinora.

La difesa è il reparto che avrà  bisogno della rifondazione più consistente, in quanto la linea difensiva ha sicuramente bisogno di un defensive end, ruolo che è coperto attualmente dal 31enne Kevin Carter e da Carlos Hall, che dopo gli 8 sacks del 2002 non si è più ripetuto a quei livelli. Oltre a questo bisognerebbe aggiungere alla rotazione dei defensive tackles un elemento da affiancare ad Albert Haynesworth e al migliorato Rien Long, mentre il reparto linebackers andrà  valutato attentamente per quanto concerne il livello di ripresa dei giocatori che si sono infortunati quest'anno.

Guardando al futuro, i tempi della ricostruzione dovrebbero essere tutto sommato veloci considerando che parecchi dei titolari e dei free agents di spicco andati via di recente sono stati ottenuti dal draft, da cui si evince che i Titans possono contare su un ottimo front office capace di valutare i giocatori di talento, oltre al fatto che in questa organizzazione c'è l'ottima abitudine di far osservare i veterani ai rookies, in modo da far imparare loro più cose possibili senza mandarli in campo allo sbaraglio.

Nel Tennessee, inoltre, possono contare su un head coach di qualità  come Jeff Fisher che, sperando di avere tutto il personale in salute, saprà  sicuramente riportare in alto quella difesa che è stata protagonista di molte delle numerose vittorie ottenute dalla squadra nei recenti campionati disputati e se l'attacco rimarrà  a questi livelli, quelle vittorie torneranno a far parte del libro dei record dei Titans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *