Road to the Final Four

Qui J.J.Redick ci fa vedere quello che sa fare meglio: tirare!

Alla data del 4/2/2004 la miglior squadra ncaa è sicuramente DUKE (18-1). I diavoli blu sono una squadra giovane,ben sei sophmores ed un freshmen hanno ampio spazio nelle rotazioni di coach K mentre solo due senior sono regolarmente impegnati. Nonostante questa parziale mancanza di esperienza i Dukes esprimo un ottimo gioco di squadra e sono come al solito agguerritissimi in difesa.

Il play titolare è Chris Duhon, uno dei due “vecchi”, grande passatore e difensore, segna circa 8ppg con 6 apg ed è grande difensore. In guardia gioca JJ Redick, soph, il migliore tiratore puro dell'ncaa, che segna ben 16ppg con addirittura il 45% da tre.

In ala piccola evolve in nuovo Grant Hill, cioè Luol Deng.Il fratello di Ajou della Fairfield University, nonostante sia solo un freshman mostra lampi di gran talento e sfrutta appieno i suoi 203 cm per 105 kg per produrre ben 15ppg e 7rpg.Sotto canestro i diavoli pagano l'inesperienza visto che i due soph Shavlick Randolph, che pure produce 10ppg , è 210cm, ma è molto morbido, e Shelden Williams, 203cm appena per 108kg, sono spesso battuti a rimbalzo dagli avversari.

Dalla panca entrano il play soph Sean Dockery che penetra e difende bene e l'ottimo tiratore texano Daniel Ewing che segna 10ppg sfruttando al meglio il suo mortifero tiro. Risultai recenti: 82-74 con la n.16 del rkg Georgia Tech.

La numero due è Connecticut (17-3), cioè la squadra con il miglior roster ma che finora non sta esprimendo un grande basket: esperto quanto basta e con i giocatorui più forti in circolazione il team di coach Jim Calhoun è caduto in casa contro la modesta Providence e spesso delude enon riesce a vincere con gli ampi margini che gli sarebbero consoni.

In play c'è Talieck Brown, senior 180cm, vera e propria stella dei campetti di NYC è ottimo passatore, 7apg, e difende duro, tuttavia si prende pochi tiri, anche per la presenza in guardia di un giocatore sensazionale, ovvero il play/guardia junior di 186cm Ben Gordon.

Benny, nonostante i soli 186cm, evolve da guardia tiratrice e segna 20ppg con il 40% da tre oltre ad asfissiare di pressione difensiva la guardia avversaria. In ala piccola ed in ala forte si scambiano due giocatori molto versatili, il soph canadese Denham Brown e il super talento di brooklyn, il glabro colored, il grande Charlie Villanueva.

Brown, alto 197 cm è molto solido è già  esperto per avere partecipato ai panamericani con il canada ed è il più classico degli “slashers”(penetratori), Villanueva è un gran giocatore, alto 205 cm gioca 3 e 4, è ottimo rimbalzista, 8rpg, e buonissimo realizzatore, 17ppg, anche se non è un affidabile tiratore e difende un pò poco.

La vera forza di Uconn è il centro, Emeka Okafor ,junior nato a houston da genitori nigeriani, alto 206 cm.Questo sensazionale atleta è finora l'MVP della NCAA, segna quasi 17 ppg, cattura 12 rpg (2nd ncaa), e rifila quasi 5 bpg (1st ncaa). Dalla panchina entrano l'ottimo realizzatore freshman Rash Anderson,guardia tuttofare di 195cm e due lunghi molto fisici come il 208 cm soph Hilton Armstrong e il 205 cm sophmore Marcus White. Risultati recenti: 84-56 vs n.22 rkg Syracuse(2/2).

Sul terzo gradino del podio troviamo Stanford, che ha vinto 18 gare in fila senza essere ancora sconfitta, nonostante l'assenza della stella Josh Childress, guardia junior, out per infortunio ma pronto per rientrare a breve, autore l'anno scorso di 14ppg con 8 rpg. A parte il grissino afro (Childress) non ci sono grandi nomi, ma la forza di questo gruppo è la difesa e il gioco di squadra.

La guardia Matt Lottich, sr, 190cm, è il leader offensivo in contumacia Childress con 12 ppg e 3apg, mentre è notevole il contributo dell' ala Justin Davis , sr, 205cm e 115kg, che cattura 8rpg con 1o ppg e molta presenza nei paraggi del canestro, e di Rob “NOT LITTLE” Little, pivot roccioso di 206 cm per 140 kg che si fa sentire catturando 7rpg e dando una stoppata anche se non è un gran fattore in attacco.

Dalla panca escono l'ala soph Dan Grunfeld che lotta sotto le plance ed il tuttofare di 200cm Nick Robinson, jr. Con il ritorno di Childress questo team che fa dell'esperienza e della difesa le chiavi per vincere la partita, risulterà  difficilmente battibile e sarà  una brutta bestia da affrontare alle final four… sempre che ci arrivi. Risultati recenti: 83-80 vs Oregon(31/1).

La quarta squadra è Pittsburgh, che con un gruppo solido ed esperto ha vinto 20 partite e ne ha persa una sola. In play il colored, a dispetto del nome, Karl Krauser non sta facendo rimpiangere Brandin Knight, e, nonostante sia solo un soph si sta mostrando un leader ed un trascinatore: con il suo tiro apre le difese e le sue penetrazioni creano spazio per i compagni,che peraltro sfruttano appieno ogni concessione difensiva degli avversari.

In guardia Julius Page, sen 190cm, segn 15 ppg sfruttando il gran tiro e il gran atletismo di cui è dotato. Nelle due posizioni di ala si alternano due giocatori di 200cm abili sia vicino che lontano dal canestro. Jaron Brown è molto atletico e segna 11ppg conditi da 6rpg, mentre troutman che l'anno scorso tirava da 2 con il 71%, leader NCAA, sta avendo 12ppg e 4rpg con il solito tocco morbido attorno al 60% e quest'anno anche una grande difesa.Sotto canestro si alternano il senior di 207 cm Toree Morris e il fr di Brooklyn, alto 206cm, Kris Taft. Entrambi offrono solidità  in difesa e qualche balzo in attacco, combinano per 11 rpg.

La cinderella, ovvero la squadra che arriva a sorpresa alle final four, potrebbe essere Saint Joseph. L'università  di Philadelphia, guidata dall'esperto coach Phil Martelli, pur non avendo quasi panchina ed essendo abbastanza debole sotto canestro, dove evolvono il finlandese fr Artur Sorov e il soph Dwayne Jones che arpiona quasi 9 rpg, è ancora inbattuta,unica insieme a Stanford, a quota 18 quasi esclusivamente grazie ad un backcourt sen-sa-zio-na-le, secondo, forse, solo a quello di Duke.

Il play, Jameer Nelson, 180 cm per 95 kg di muscoli è un giocatore incredibile che segna 20 ppg, distribuisce ben 7apg e cattura 5rpg, l'unico difetto è un tiro non ancora mortifero dalla lunga. In guardia evolve il junior di 195 cm Delonte West , gran realizzatore da 20ppg con 5 rpg coadiuvato in ala piccola da Pat Carrol, fratello del rookie nba dei Blazers Matt, grande difensore che sa anche segnare come dimostrano i 12 ppg.

I falchi sono in grande forma e tutti sperano di non doverli affrontare mai perchè anche se un pò dipendenti dalle guardie se trovano la giornata giusta, finora è già  successo 18 volte, sono veramnte forti. Recentemente due vittorie nei derby di Philly, contro Temple 83-71 e contro Villanova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *